SCUOLE CHIUSE

Terremoto, scuole chiuse nel Sannio e in Irpinia. Si ferma anche l'università

Lunedì 16 Dicembre 2019
Terremoto, scuole chiuse in molti comuni nel Sannio. Si ferma anche l'università

Scuole chiuse a seguito delle altre due scosse di terremoto registrate nel BeneventanoUn'altra scossa è stata registrata alle 11.36 dalle stazioni della Rete Sismica Nazionale, gestita dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). La stima comunicata dall'Ingv è di 3.8 a profondità di dieci chilometri. Si tratta dell'ultima scossa d'uno sciame sismico cominciato questa mattina intorno alle 9.00, con la prima socssa di magnitudo 3.4. Tutte le scosse hanno l'epicentro nell'area di San Leucio del Sannio. Sono decine le telefonate al centralino dei Vigili del Fuoco di Benevento da parte dei cittadini che hanno sentito tremare la terra. Al momento, comunque, non si registrano danni a cose o persone

Terremoto a Benevento: scossa 3.4 di magnitudo avvertita anche a Napoli e in Irpinia, paura tra la popolazione


 


Istituti chiusi anche in Irpinia. I sindaci dei centri della Valle Caudina e della Valle Telesina stanno disponendo la chiusura delle scuole, dopo aver fatto evacuare gli studenti dalle aule degli istituti. Il rettore dell'Università del Sannio, Gerardo Canfora, ha deciso di sospendere in via precauzionale tutte le attività didattiche e amministrative dell'ateneo. Stesso provvedimento è stato adottato dal presidente della Provincia di Benevento Antonio Di Maria che ha disposto la chiusura degli uffici. Evacuate per precauzione le scuole di ogni ordine e grado di Avellino. Le scosse e il successivo sciame sismico sono stato avvertiti distintamente nel capoluogo e soprattutto nelle zone irpine che confinano col versante sannita, nei cui comuni i sindaci hanno precauzionalmente deciso la chiusura delle scuole. Non si registrano comunque danni a persone e cose.

Terremoto nelle Filippine di 6.8, almeno quattro morti

Mastella: convocata riunione urgente. «È opportuno rasserenare la popolazione. Faremo i controlli d'intesa con i vigili del fuoco. Ho chiesto alla Protezione civile regionale l'utilizzazione dei tecnici loro tramite il genio civile con i nostri tecnici per valutare la situazione». Così Clemente Mastella, sindaco di Benevento, su Rai Radio1 all'interno di Centocittà, condotto da Ilaria Amenta, Gianluca Semprini e Duccio Pasqua. «La gente ha avuto paura, è scesa in strada, i ragazzi sono usciti dalle scuole. Ho convocato una riunione urgente. Faremo una revisione rapida per quanto riguarda le strutture pubbliche. Consiglio ai privati di fare altrettanto per vedere se ci sono stati danni e di quale entità».

Ultimo aggiornamento: 17 Dicembre, 14:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani