CORONAVIRUS

Coronavirus, scuole chiuse in Alto Adige e Salento: l'elenco città per città

Martedì 3 Marzo 2020
Coronavirus, scuole chiuse in Alto Adige e Salento: l'elenco città per città

Scuole chiuse, si aggiorna di continuo il quadro delle aperture e chiusure e dei provvedimenti adottati secondo quanto ha stabilito il Secondo il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Nel frattempo, all'opposto, la Regione Sicilia ha disposto la riapertura di scuole a Palermo.

Oggi intanto si è appreso a che i sindaci di Aradeo, Galatina e Nardò (Lecce) hanno disposto la chiusura delle scuole per garantire la sanificazione degli ambienti. Si tratta di un provvedimento che segue il caso di positività al Coronavirus accertato su un 58enne di Aradeo ricoverato presso l'ospedale di Galatina. Da quanto si apprende l'uomo avrebbe avuto contatti di lavoro in Lombardia, a Milano, da dove sarebbe tornato da poco. La chiusura delle scuole a Nardò deriva dal fatto che un famigliare del 58enne frequenta un istituto scolastico. Anche il sindaco di Galatone, comune confinante con Galatina e Aradeo, ha disposto la chiusura oggi e domani e la sanificazione delle scuole di ogni ordine e grado.

Scuole chiuse, l'elenco
Alto Adige La Provincia di Bolzano ha disposto la chiusura di alcune scuole in Alta Pusteria, Val Gardena e Val Badia, come una serie di altri provvedimenti per manifestazioni, impianti di risalita, ristoranti e bar. Lo ha comunicato in conferenza stampa il governatore Arno Kompatscher, sottolineando che si tratta di «misure precauzionali». Kompatscher ha invitato la popolazione a portare pazienza per i disagi, ma - ha sottolineato «si tratta di un atto di solidarietà per i gruppi di persone a rischio». Santa Cristina, Selva di Val Gardena, Badia, Predoi, Monguelfo e Dobbiaco sono i Comuni altoatesini interessati al provvedimento. 

Basilicata
Le scuole sono rimaste chiuse oggi a Trecchina, in provincia di Potenza, 2.300 abitanti, dove è stato rilevato il primo caso in Basilicata di contagio da coronavirus. Lo ha deciso il sindaco Ludovico Iannotti, motivando il provvedimento con la necessità di sanificare gli ambienti scolastici. Il primo cittadino ha anche convocato il Coc (Centro operativo comunale) di protezione civile. Dalle informazioni fornite ieri dal presidente della giunta regionale Vito Bardi, il paziente risultato positivo al tampone è un 46enne che non presenta sintomi preoccupanti ed è in quarantena presso la sua abitazione, in stretto contatto con una équipe medica. Per gli aggiornamenti sul coronavirus in Basilicata alle 12, presso la Regione, si terrà un punto stampa con l'assessore alla sanità Rocco Luigi Leone e con il direttore del dipartimento alla sanità Ernesto Esposito, coordinatore della task force.

Salerno
Un'insegnante di Agropoli (Salerno) è risultata positiva al coronavirus e il sindaco ha chiuso la scuola. La donna, una docente di matematica di 57 anni residente nella cittadina cilentana, dove insegna al liceo «Alfonso Gatto», si era recata a Parma dai parenti durante le vacanze di carnevale e non era rientrata a scuola nella mattinata di ieri a causa di una febbre improvvisa. Sottoposta al tampone prima all'ospedale di Vallo della Lucania, la positività era stata confermata dal Cotugno di Napoli. Si attendono ora i risultati delle controanalisi disposti dallo Spallanzani di Roma. Stando alla ricostruzione degli spostamenti dell'insegnante, la donna non avrebbe avuto alcun contatto con gli studenti del liceo, ma in attesa di ricostruire con chiarezza i suoi movimenti ed escludere contatti con docenti e allievi il primo cittadino di Agropoli, Adamo Coppola, ha disposto la chiusura del liceo per i giorni di oggi e domani.

Per quanto riguarda Roma e Provincia, vanno ricordati il liceo Pascal di Pomezia e le lezioni del corso di laurea in Informatica della Sapienza di Roma, canale AL. Inoltre le scuole Rodano e Segré di Fiumicino rimangono chiuse fino al 9 marzo.

Coronavirus, Fiumicino, negativi i 51 contatti della donna contagiata

In Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, nelle province di Pesaro-Urbino e Savona l'attività didattica è sospesa fino all'8 marzo. 

Restano quindi chiuse le scuole nei Comuni della cosiddetta «zona rossa» (nella Regione Lombardia: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D'Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia,Terranova dei Passerini; nella Regione Veneto: Vò).
Liguria (fatta eccezione per l'area di Savona dove la chiusura delle scuole durerà fino all'8 marzo) e Piemonte hanno comunicato che le attività didattiche sono sospese fino a mercoledì 4 marzo.

Formia, scuole chiuse fino all'8 marzo.
Scuole chiuse anche a Formia dopo che una donna di Cremona è risultata positiva al test del coronavirus una donna trasferita all'ospedale Spallanzani di Roma. 

In Piemonte
In Piemonte le scuole resteranno chiuse fino all'8 marzo. Lo ha deciso il presidente della Regione, Alberto Cirio, a fronte della richiesta di cautela espressa da medici e pediatri e dai tecnici dell'Unità di crisi. L'ordinanza è stata firmata questa sera dal governatore, dopo avere sentito il Ministero della Salute. «A fronte della riapertura delle scuole decisa dal Governo a partire da oggi - spiega Cirio - il Piemonte aveva ritenuto necessario un percorso più cauto e graduale, alla luce della sua posizione di confine e delle interconnessioni con la Lombardia».

In Friuli Venezia Giulia la sospensione delle attività didattiche è stata prevista fino al giorno 8 marzo.

Nelle altre Regioni le attività riprenderanno regolarmente già da martedì 3 marzo.

Coronavirus, in Abruzzo casi a quota 5: a rischio la figlia del "paziente 1"

 

 

 

 

 

   Il Wimbledon College, una delle più esclusive scuole di Londra, è stato chiuso per almeno una settimana dopo che un membro dello staff è risultato positivo al coronavirus. Lo ha reso noto la stessa scuola in una lettera inviata ai genitori, in cui si rende noto che il membro dello staff, che «recentemente era stato in Italia» è stato al lavoro l'ultimo giorno il 25 febbraio e da allora non avrebbe avuto contatti con gli studenti. «Comunque, dal momento che altri membri dello staff sono stati definiti contatti stretti di un caso confermato di Covid-19 a loro è stato richiesto di rispettare l'isolamento di 14 giorni», conclude la lettera spiegando le ragioni della chiusura della scuola, si legge sul sito del Guardian.

Ultimo aggiornamento: 17:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani