Sciopero dei controllori del traffico aereo il 14 gennaio: l'elenco dei voli cancellati di Alitalia e Air Italy

Lunedì 13 Gennaio 2020
Sciopero dei controllori del traffico aereo il 14 gennaio: l'elenco dei voli cancellati di Alitaliae Air Italy
Sono 139 i voli nazionali e internazionali cancellati da Alitalia il 14 gennaio per lo sciopero dei controllori del traffico aereo proclamato da alcune sigle sindacali dalle 13 alle 17. Lo fa sapere la compagnia che sul proprio sito ha pubblicato l'elenco dei voli cancellati.

Per limitare i disagi dei passeggeri, Alitalia ha attivato un piano straordinario che prevede l'impiego di aerei più capienti sulle rotte domestiche e internazionali, con l'obiettivo di riprenotare i viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni sui primi voli disponibili in giornata: il 75% dei passeggeri riuscirà a partire nella stessa giornata del 14 gennaio.

QUI L'ELENCO COMPLETO DEI VOLI CANCELLATI


SARDEGNA
Martedì nero (14 gennaio) anche sui cieli della Sardegna per lo sciopero nazionale dei controllori di volo, nonostante il ministero dei Trasporti abbia ridotto la protesta nella fascia oraria dalle 13 alle 17. Dodici i collegamenti di continuità territoriali cancellati, altri potrebbero aggiungersi da parte delle compagnie low cost. Otto i voli che resteranno a terra operati da Alitalia e quattro di Air Italy. Per l'ex compagnia di bandiera stop al Cagliari-Roma delle 14.35 e delle 15.45, al Cagliari-Milano delle 15.25, al Roma-Cagliari delle 12.25 e delle 13.55, al Milano-Cagliari delle 13.15, al Roma-Alghero delle 13.40 e all'Alghero-Milano delle 15.30. Per l'ex Meridiana stop all'Olbia-Roma delle 12.45, all'Olbia-Milano delle 12.50, al Milano-Olbia delle 15 e al Roma-Olbia delle 14.25. In concomitanza con lo sciopero, a Olbia sit-in di protesta davanti all'aeroporto Costa Smeralda dei sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e Ugl Trasporto Aereo sulla vertenza Air Italy. «Non riusciamo più a capire cosa abbia in mente la compagnia - denunciano le sigle - Al di là delle promesse roboanti reiterate spesso a mezzo stampa non intravediamo alcun segnale che vada nella direzione di una volontà di crescita da parte dell'azienda». «Con una flotta di cinque aeromobili per il corto raggio e tre per il lungo raggio, degli impegni presi dalla proprietà al momento dell'insediamento non rimane niente», attaccano i sindacati.


I SINDACATI
«A fronte di questa situazione - spiega il dirigente nazionale della Filt - troviamo incomprensibile e grave l'iniziativa della ministra De Micheli di ridurre da 24 a 4 ore gli scioperi proclamati per domani nel pieno rispetto della legge. Il governo da una parte non dà gli strumenti necessari per la tutela dei lavoratori e dell'occupazione del settore e dall'altra limita il diritto di sciopero. Non è questo quel che ci aspetteremmo da un governo che, come più volte ha dichiarato, dice di essere dalla parte dei lavoratori più deboli. A questo punto - sostiene infine Cuscito - preso atto di questo atteggiamento di disinteresse verso la situazione dei lavoratori del trasporto aereo valuteremo, a breve, una mobilitazione del settore». Ultimo aggiornamento: 19:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Botte per buttare i sacchetti e le dispute rabbiose sul web

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma