Sentenze in cambio di soldi e diamanti, 10 anni all'ex pm di Trani Savasta

Giovedì 9 Luglio 2020
Sentenze in cambio di soldi e diamanti, 10 anni all'ex pm di Trani Savasta

Dieci anni di reclusione. A tanto è stato condannato, dal Gup di Lecce Cinzia Vergine, dopo un processo con rito abbreviato l'ex Pm di Trani Antonio Savasta. Nel gennaio 2019, il magistrato era stato arrestato con il collega Michele Nardi e l'ispettore di polizia Vincenzo di Chiaro con l'accusa di corruzione in atti giudiziari e concussione per aver pilotato, nel periodo tra il 2014 e il 2018, sentenze e vicende giudiziarie e tributarie. Savasta avrebbe favorito gli impreditori coinvolti nelle indagini in cambio di denaro, gioielli e in alcuni casi persino diamanti. Nei confronti del magistrato è stata disposta, inoltre, la confisca di beni per due milioni e 390mila euro. 

LE ALTRE CONDANNE Nell'ambito dello stesso processo sono stati inflitti quattro anni di reclusione e la confisca di beni per un valore di 75mila euro a Luigi Scimè, altro ex Pm di Trani. Stessa pena Luigi D'agostino, imprenditore. Gli avvocati Giacomo Ragno e Ruggero Sfrecola, invece, sono stati condannati rispettivamente a due anni e otto mesi e quattro anni e quattro mesi. 

Per gli altri imputati, tra cui, l'ex gip Michele Nardi e l'ex ispettore di polizia Vincenzo
Di Chiaro, è in corso con rito ordinario, presso il Tribunale di Lecce. 

 

Ultimo aggiornamento: 15:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA