Mamma e figlio stanno annegando: Federica, 36 anni, si tuffa in mare e li salva

Mercoledì 19 Giugno 2019
1
Mamma e figlio stanno annegando, Federica si tuffa e li salva

Nelle acque di Rosolina Mare (Rovigo) le forti correnti di risacca possono mettere in pericolo anche i nuotatori più esperti. Federica Donà, assistente bagnante fresca di brevetto, ne sa qualcosa. Lunedì mattina, nelle acque della spiaggia libera tra i Bagni dal Moro e Marina di Caleri, ha salvato la vita a una mamma e al figlio di 10 anni che rischiavano di affogare. «Sentivo urlare in quel tratto di mare dove c’è una buca e una forte corrente e mi sono avvicinata alla battigia» ha raccontato al quotidiano il Gazzettino la Donà. «Ho capito che i bagnanti non stavano giocando, ma erano in difficoltà». 

LEGGI ANCHE Bagnino eroe di 16 anni salva in mare padre con i tre figli a Vasto

Federica Donà ha 36 anni, è madre di due bambini e ha preso il brevetto per diventare bagnina lo scorso inverno. Grazie all'aiuto di un ragazzo del servizio spiaggia, si è lanciata in acqua con il suo baywatch e ha soccorso mamma e figlio in pericolo. «Ho ancora impressi i suoi occhi azzurri pieni di terrore» ha raccontato al Gazzettino parlando del bambino.

Il ringraziamento - Con sorpresa e felicità la mattina dopo i due bagnanti sono tornati in spiaggia per ringraziare Federica. «La mamma mi ha spiegato che il bambino fatica a tornare in acqua perché è rimasto traumatizzato dall’esperienza» racconta. «Ho spiegato loro come faccio con tutti che il mare non è la piscina, anche se si tratta di nuotatori esperti. È giusto poter scegliere dove nuotare, se pagare una spiaggia attrezzata o meno, ma se fosse accaduto qualche centinaio di metri più in là, vicino alla pineta, chi sarebbe intervenuto?». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma