Salerno, arrestata omicida romena: era tra i latitanti più pericolosi d'Europa

Mercoledì 20 Novembre 2019
Aveva ucciso un ragazzo picchiandolo e poi sfondandogli la testa con il tacco della scarpa. Era tra i latitanti più ricercati a livello europeo, ed è stata localizzata e arrestata in provincia di Salerno, a Scafati. A localizzare Anca Maria Murg, 30enne di origine romena, sono stati i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli. La donna fuggiva dal 2010, quando le autorità romene avevano emesso un mandato d'arresto europeo nei suoi confronti, per una sentenza definitiva del Tribunale di Hunedoara (Romania) che la condannò a 20 anni di reclusione per omicidio volontario aggravato in concorso.

I fatti risalgono alla notte del 16 settembre 2007 quando, in una discoteca di Tâmpa, la donna discusse con un 18enne. Lo colpì a calci e pugni poi con una mazza da baseball e persino con un masso. Gli inflisse il colpo fatale calpestandogli la testa con il tacco della scarpa. Il ragazzo morì in ospedale due giorni dopo. La donna è stata catturata dopo una lunga attività investigativa anche in collaborazione con il Servizio di Cooperazione Internazionale. Ora è in carcere in attesa dell'estradizione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma