Ronda razzista a Brindisi: picchiati due migranti, sventata una terza aggressione

Sabato 20 Ottobre 2018
Ronda razzista a Brindisi: picchiati due migranti, sventata una terza aggressione
 Ronde razziste a Brindisi: due migranti picchiati, una terza aggressione sventata grazie all'intervento di un cittadino. Il primo aggredito è Elija K., segretario della comunità cittadina del Ghana, stimato lavoratore e residente a Brindisi da molti anni. Poi è toccato a un ragazzo del Senegal, residente attualmente nel dormitorio.

Il primo mentre tornava a casa dal lavoro, il secondo mentre stava per raggiungere la Caritas. Una terza aggressione ai danni di un giovane migrante è stata evitata grazie al senso civico di un brindisino che ha urlato al commando razzista che avrebbe chiamato la polizia.

E non si sa ancora se la “ronda” anti-migranti abbia colpito anche altri. Trenta i giorni di prognosi per Elija, molti di più per il ragazzo del Senegal, ricoverato in ospedale perché colpito alla testa con mazze da baseball. Gli aggressori hanno agito, con vigliaccheria, in due contro uno, nel caso del segretario della comunità del Ghana, e in cinque contro uno negli altri casi accertati. Ultimo aggiornamento: 23:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Book crossing”, a Roma a volte non funziona

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma