Manifestazione a Roma, 70 denunciati: alcuni provenivano da fuori regione

Sabato 30 Maggio 2020
Manifestazione a Roma, 70 denunciati: alcuni provenivano da fuori regione

Momenti di tensione a Roma durante una manifestazione a piazza Venezia, promossa negli scorsi giorni da un gruppo di estrema destra attraverso un gruppo Facebook intitolato «Marcia su Roma». I circa 200 manifestanti, tricolori sulle bandiere e sulle mascherine, senza rispettare il distanziamento sociale, hanno cercato di dirigersi verso palazzo Chigi, dove erano radunati altri manifestanti, imboccando via del Corso, ma sono stati fermati dalle camionette e dagli uomini in assetto antisommossa della polizia di Stato. Impossibilitati ad andare avanti i manifestanti si sono dunque prima sdraiati a terra, alcuni hanno poi cercato di passare su via del Plebiscito e corso Vittorio Emanuele. Sempre scortati dalla Polizia, il corteo è stato lentamente diviso. Alcune decine di manifestanti continuano adesso a protestare su corso Vittorio intonando il coro «Libertà, libertà» e l'inno di Mameli. La manifestazione è stata organizzata contro il governo Conte, colpevole secondo alcuni dei partecipanti «di affamare gli italiani con la scusa del coronavirus» considerato da diversi un'invezione. Il virus, secondo i manifestanti, è un'invenzione dei governi.

I denunciati sono 70. Sono 70 al momento gli identificati e denunciati per manifestazione non preavvisata per la protesta di oggi a Roma promossa dal movimento «Marcia su Roma». Secondo quanto si è appreso, sono al vaglio anche le sanzioni riguardo il mancato rispetto delle norme anti-Covid: i manifestanti erano senza mascherina, non rispettavano le distanze antiassembramento e alcuni arrivavano fuori dal Lazio, violando così il divieto di mobilità tra regioni.
 

 

Protesta Gilet Arancioni a Milano, in centinaia assembrati in piazza Duomo e senza mascherine

Le proteste. «Rimaniamo qui a oltranza. Occupiamo piazza Venezia e montiamo delle tende». A dirlo alcuni manifestanti che stanno partecipando alla protesta in corso da stamattina al centro di Roma. «Occupiamo questa piazza per il futuro dei nostri figli e per tutto quello che ci hanno levato in questi mesi - dice al megafono un partecipante - il Governo ci ha tradito».

Ma chi sono i manifestanti che oggi hanno protestato nel centro della Capitale? Dalle informazioni che si leggono sul profilo facebook 'Marcia su Romà, creato il 17 aprile scorso e che raccoglie oltre 6.300 membri, emerge che il gruppo «è stato creato per far valere la volontà del popolo»; «ottenere una Sovranità Monetaria stampando di nuovo la Lira»; «Uscire dall'Unione Europea». Si specifica inoltre che «il gruppo non segue alcun partito politico e non fa parte di alcun movimento politico esistente». È stato solo «creato per dar voce ad un un'unica voce quella del popolo italiano che dovrà essere compatto nel chiedere a gran voce di far valere i suoi diritti per un futuro migliore per tutti gli italiani». 

 

Ultimo aggiornamento: 18:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani