Rivoli, errore in ospedale: «Sua madre è morta». Ma era la paziente del letto accanto

Giovedì 1 Ottobre 2020
Rivoli, pasticcio in ospedale: «Sua madre è morta». Ma non è vero: «Scusate, era la paziente accanto»

«Mi dispiace, sua madre è morta». Questo il contenuto della telefonata dall'ospedale che getta una famiglia nello sconforto per 40 minuti, prima della smentita: «Ci siamo sbagliati, l'abbiamo confusa con la paziente accanto». È successo a Rivoli (Torino) lo scorso 10 settembre, ma soltanto adesso i familiari della donna hanno trovato la forza di raccontare l'accaduto. Lara Martina, di Giaveno, è la figlia della donna data per morta e ha raccontato la sua storia al settimanale La Valsusa.

LEGGI ANCHE Anziana dichiarata morta dopo operazione si risveglia all'obitorio. I parenti denunciano l'ospedale

L'anziana, la 78enne Lucia Martina, si è sentita male il 7 settembre. Ricoverata e poi dimessa, torna in ospedale il giorno seguente per difficoltà respiratorie. Il 10 settembre, in mattinata, l'agghiacciante telefonata dall'ospedale di Rivoli: «Mentre veniva accompagnata ad effettuare degli esami, sua madre ha subìto un arresto cardiaco ed è purtroppo deceduta». Trascorrono così 40 minuti, in cui la famiglia crede che la signora Lucia sia deceduta, prima di un'altra telefonata in cui i medici chiedono scusa e comunicano che a morire è stata la paziente del lettino accanto. Un errore incomprensibile, che i familiari della donna - attualmente in cura in una struttura riabilitativa - hanno voluto raccontare senza però denigrare l'operato dei medici in generale.

Ultimo aggiornamento: 14:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA