Omicidio Brunico, Oskar Kozlowski suicida in carcere: uccise il suo miglior amico durante un rito satanico

Kozlowski si è tolto la vita inalando gas da un fornelletto

Omicidio Brunico, Oskar Kozlowski suicida in carcere: uccise il suo miglior amico durante un rito satanico
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 18 Maggio 2022, 12:05 - Ultimo aggiornamento: 19 Maggio, 09:04

Alla fine si è tolto la vita in carcere Oskar Kozlowski, il polacco di 23 anni accusato di aver ucciso il bolzanino Maxim Zanella, lo scorso luglio a Brunico. Lo riporta il Corriere dell'Alto Adige. Il giovane polacco aveva accoltellato l'amico, forse durante una sorta di rito satanico.

Tabaccaio di Frosinone indagato per eccesso di legittima difesa. Esclusa l'ipotesi di omicidio

Russia, l'amico gli mostra le foto mentre violenta la figlia di 9 anni: lui lo uccide a coltellate

Come scrive Il giornale, Kozlowski si è tolto la vita inalando gas da un fornelletto ed è stato trovato in bagno dai compagni di cella. Aveva già tentato in passato di compiere il gesto estremo. In carcere il giovane, che in passato si era interessato di satanismo, si era avvicinato alla fede cristiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA