ALITALIA

Italia, dal 3 giugno aeroporti aperti e ok a spostamenti tra regioni a basso rischio di contagio

Mercoledì 20 Maggio 2020
2
A Fiumicino primo decollo Air France. Alitalia, il 2 giugno ripartono voli per Sud, New York e Spagna

Aeroporti aperti dal 3 giugno e spostamenti consentiti tra regioni a «basso rischio» di contagi. L'Italia riparte. E pure il settore aereo prova timidamente a rialzarsi dopo l'emergenza coronavirus. All'aeroporto di Fiumicino ad esempio si torna a volare: oggi, dopo oltre due mesi dallo scoppio della pandemia in Italia, c'è stato il primo decollo del volo Air France Roma-Parigi AF 1305 in partenza dallo scalo romano alle 14:45. Il collegamento operato oggi, il primo dei tre per ora programmati per questa settimana dal vettore francese, parte con un numero limitato di passeggeri rispettando e recenti disposizioni previste dall'ultimo Decreto sulla Fase 2, sul distanziamento sociale anche a bordo degli aeromobili.

Al collegamento di oggi per Parigi operato di Air France questa settimana se ne aggiungono altri due: venerdì 22, con partenza Fiumicino alle ore 15:45 e domenica 24 alle ore 10. L'aeroporto «Leonardo Da Vinci» di Fiumicino, peraltro, lo scalo gestito insieme a quello di Ciampino dalla società Aeroporti di Roma, sarà, per il momento, l'unico aeroporto italiano in cui opererà il vettore francese.

Regioni, spostamenti dal 3. «L'ipotesi di programmare le riaperture interregionali dal 3 giugno è stata ufficializzata ma a condizione che si rispettino i dati del monitoraggio: se una regione è ad alto rischio è evidente che non può partecipare alla mobilità interregionale». Lo ha detto il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia in audizione alla Commissione Federalismo fiscale della Camera.

«Un ulteriore incremento, oltre a quello già realizzato con il decreto 207, dei servizi di trasporto, potrà essere disposto a partire dal 3 giugno, data da cui saranno ragionevolmenrte - ipotizziamo e speriamo - consentiti gli spostamenti interregionali, così come quelli da e per l'estero». Lo ha detto la ministra delle infrastrutture e trasporti Paola De Micheli rispondendo in question time. Allo stesso modo, «sarà possibile procedere a riaprire tutti gli aeroporti dal 3 giugno allorquando saranno nuovamente consentiti i trasferimenti interregionali e internazionali e verranno meno le limitazioni nei trasporti».

LEGGI ANCHE --> In viaggio da soli ai tempi del virus: bici, barca, campeggio, ecco cosa c'è da sapere

Intanto l'Alitalia prevede per il terzo trimestre 2020 una progressione dell'attività attorno al 40% di quanto era stato pianificato prima dell'inizio della pandemia da Covid-19. Lo si legge in una nota secondo cui l'offerta di voli aumenterà in funzione dell'andamento della domanda, che già oggi lascia intravedere una ripresa su alcune direttrici domestiche, e beneficia delle progressive abolizioni da parte dei Paesi stranieri di restrizioni ai voli e ai passeggeri provenienti dall'Italia, nonché di inferiori linee guida disincentivanti i viaggi verso il nostro Paese.

Dal 2 giugno Alitalia ripristina la linea (diratta) da Roma Fco a New York Jfk, i voli con la Spagna (Roma-Madrid e Roma-Barcellona) e i collegamenti diretti fra Milano e il Sud Italia. Lo annuncia una nota della compagnia, specificando che effettuerà complessivamente il 36 per cento di voli in più rispetto al mese di maggio, operando 30 rotte da 25 aeroporti, dei quali 15 in Italia e 10 all'estero.

In particolare, da Milano Malpensa - aeroporto dove la compagnia continuerà le proprie attività operative fino alla riapertura di Linate - Alitalia effettuerà, oltre agli 8 servizi giornalieri con Roma Fiumicino, due voli quotidiani andata e ritorno con Bari, Catania e Palermo (salvo eventuali proroghe delle restrizioni al trasporto aereo da e per la Sicilia attualmente in vigore) e 4 collegamenti al giorno in Continuità Territoriale con Cagliari, Alghero e Olbia. Da Roma, dopo aver già aumentato i collegamenti con Cagliari (da 4 a 6 al giorno), Alitalia incrementerà da domani, 21 maggio, anche i voli con Catania e Palermo (da 6 a 8 al giorno) e, nel mese di giugno, collegherà l'hub di Fiumicino con Alghero, Bologna, Bari, Genova, Lamezia Terme, Milano, Napoli, Olbia, Pisa, Torino, Venezia e, all'estero, con Barcellona, Bruxelles, Francoforte, Ginevra, Londra, Madrid, Monaco, Parigi e Zurigo, oltre a New York. Nei mesi di giugno e luglio Alitalia proseguirà anche le operazioni cargo con la Cina che finora hanno consentito di importare in Italia oltre 70 milioni di mascherine protettive e altro materiale sanitario (respiratori, guanti, occhiali e camici) necessario per la gestione dell'emergenza Covid-19. Dopo i 15 collegamenti operati fra marzo e aprile e i 24 che saranno complessivamente effettuati a maggio, la Compagnia ha programmato altri 25 servizi cargo per il mese di giugno. In collaborazione con l'Unità di Crisi della Farnesina continua anche il programma di voli speciali per il rimpatrio di connazionali bloccati all'estero anche da aeroporti non serviti abitualmente da Alitalia. La Compagnia sta predisponendo per i prossimi giorni nuovi collegamenti con l'Argentina. Tutti i voli passeggeri Alitalia vengono operati utilizzando meno della metà dei posti disponibili a bordo, al fine di rispettare le attuali disposizioni di legge sul mantenimento del distanziamento minimo.
 

 

Ultimo aggiornamento: 21 Maggio, 09:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani