Video (fake) sui figli di Renzi che giocano a pallavolo con gli amici. L'ex premier: «E' falso, denuncio»

Venerdì 3 Aprile 2020
2

I figli di Matteo Renzi giocano a pallavolo con gli amici? Una fake news, che il leader di Italia Viva smentisce categoricamente. Nelle chat di WhatsApp da ore circola un video, registrato da un'abitazione vicina a quella del senatore. Nel filmato, secondo l'autore, si vedono i figli di Renzi che giocano a pallavolo con alcuni amici portati al campetto - afferma la persona che realizza il filmato - dagli agenti della scorta. Una fake news, che lo stesso Renzi smentisce a stretto giro.

Coronavirus, firmato nuovo decreto: misure confermate sino al 13, stop allenamenti atleti professionisti

«Continua la violenza diffamatoria contro di me e contro la mia famiglia. Da qualche ora gira un video in cui si sostiene che i miei figli violino la quarantena e che ci siano degli amici prelevati dalla scorta a casa loro e portati tutti i giorni qui per divertirsi. Follia totale! Il video è pieno di assurdità costruite ad arte violando non solo la privacy ma soprattutto il codice penale. Chi ha visto quel video sa che non sono gli amici di mio figlio ma siamo noi cinque, babbo mamma e figli. Una famiglia che ha la fortuna di avere un giardino e che sta insieme in giardino. Riprendere l'interno della proprietà altrui, in presenza di minori, raccontando il falso: ci diranno anche stavolta che è questione di trasparenza? O finalmente qualcuno inizierà a pagare per l'odio che diffonde?». Così Matteo Renzi sui suoi social.

«Ci sono migliaia di morti - sostiene l'ex premier - e mi dispiace dover fare un post su questi temi, così piccoli rispetto alla tragedia di queste ore. Ma è bene essere chiari: chi mi vuole attaccare, mi attacchi per le mie idee. Diffondere falsità per attaccare i miei figli non è solo illecito ma è anche meschino. Ho pagato un prezzo altissimo per le fakenews. Ma proprio per questo non accetterò che adesso provino a mettere in mezzo i miei figli. Chiederemo i danni in ogni sede, civile e penale».
 

 

Ultimo aggiornamento: 22:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani