Regeni, Pignatone: «Fatto il possibile, ma la situazione è in stallo»

Martedì 15 Gennaio 2019
Situazione sostanzialmente bloccata per quanto riguarda l'inchiesta della procura di Roma sull'uccisione di Giulio Regeni in Egitto. Dopo l'iscrizione nel registro degli indagati di 5 esponenti di servizi segreti e polizia investigativa egiziani, da parte delle autorità giudiziarie del Cairo non ci sono stati passi avanti o aperture, mentre da parte italiana è stato fatto tutto il possibile. Lo ha detto, a quanto apprende l'Ansa, il procuratore di Roma, Giuseppe Pignatone nel corso di un'audizione oggi al Copasir, il comitato parlamentare sui servizi segreti.

Regeni, pressioni sul consulente legale della famiglia: indaga la procura di Roma

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA