Reddito di cittadinanza, scoperti e denunciati 17 furbetti: truffa all'Inps per 300mila euro

Reddito di cittadinanza, scoperti e denunciati 17 furbetti: truffa all'Inps per 300mila euro
2 Minuti di Lettura
Lunedì 22 Marzo 2021, 09:33 - Ultimo aggiornamento: 09:43

Diciassette furbetti del reddito di cittadinanza sono stati scoperti dalla Guardia di finanza tra Partinico, Terrasini, Cinisi, San Giuseppe Jato, Borgetto e Palermo. Dagli accertamenti, condotti in sinergia con il personale dell'Inps, è emerso che hanno omesso di comunicare dati e informazioni riguardanti il proprio patrimonio immobiliare, le vincite al gioco per importi consistenti e trattamenti assistenziali aggiuntivi percepiti dall'Inps. In alcuni casi, i beneficiari hanno anche fornito informazioni false sul requisito della residenza continuativa sul territorio nazionale nei due anni antecedenti l'istanza di accesso al beneficio oppure non hanno comunicato redditi derivanti dall'attività d'impresa relativi agli anni d'imposta precedenti.

Decreto Sostegno, fisco: Certificazione unica e 730, slittano i tempi. Ecco come cambia il calendario fiscale

Per tutti è scattata la denuncia. I finanzieri hanno sequestrato 13 card su cui venivano ancora erogate le somme e segnalato gli indebiti percettori al locale ufficio Inps per l'irrogazione delle sanzioni amministrative di revoca/decadenza del beneficio e per il recupero delle somme già indebitamente percepite, complessivamente pari a 310.048 euro.

Reddito di cittadinanza, si cambia: chi trova lavoro mantiene il diritto per altri sei mesi

© RIPRODUZIONE RISERVATA