REDDITO DI CITTADINANZA

Il reddito di cittadinanza ritarda, marocchino 39enne sfascia l'ufficio postale a Padova

Martedì 7 Gennaio 2020
16
Il reddito di cittadinanza ritarda, marocchino 39enne sfascia l'ufficio postale a Padova

Reddito di cittadinanza, il pagamento del sussidio ritarda e un cittadino marocchino 39enne sfascia l'ufficio postale. Ha scatenato la propria ira contro la vetrata, le strumentazioni elettroniche e gli arredi dell'ufficio postale di Piove di Sacco, in provincia di Padova, quando gli è stato comunicato dall'impiegata che i soldi del reddito di cittadinanza non erano ancora arrivati e che avrebbe dovuto aspettare qualche giorno in più prima di poterli ritirare.

Reddito di cittadinanza con bonus da mille a 3.500 euro, ma sono agli arresti domiciliari: 5 denunciati

Reddito di cittadinanza, requisiti mancanti e assenze: rischio revoca per oltre 100 mila beneficiari
 

Un cittadino marocchino di 39 anni, senza fissa dimora, già noto alle forze di polizia, ha provocato il caos nell'ufficio di via Zabarella, sotto gli occhi spaventati di molti utenti in fila agli sportelli.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno identificato lo straniero. Il 39enne è stato denunciato per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio. Ingenti i danni all'ufficio postale.
 

 

Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio, 12:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma