Premio Messaggero per i giovani, tre nuovi elaborati per il concorso: i loro valori spinta per il futuro

Venerdì 18 Dicembre 2020
Premio Messaggero per i giovani, tre nuovi elaborati per il concorso: i loro valori spinta per il futuro

Per Martina i valori importanti sono tre: il rispetto, l'educazione, l'eleganza. Poi c'è Erika, che crede si debba ripartire dalle piccole cose, come le buone maniere, per ridare un senso a tutto. Sono i pensieri dei ragazzi (oggi  pubblichiamo tre elaborati) arrivati in redazione per il concorso indetto da Il Messaggero “Cosa è importante per me”. L'iniziativa, rivolta agli studenti del Lazio dai 14 ai 19 anni e dedicata alla memoria di Willy Monteiro ed Emanuele Morganti, vedrà la premiazione a pari merito ogni mese - da dicembre a febbraio - di tre giovani i cui elaborati saranno valutati dalla giuria composta dal direttore Massimo Martinelli dai vicedirettori, Osvaldo De Paolini, Alvaro Moretti e Guido Boffo e dagli editorialisti Enrico Vanzina e Maria Latella. Il concorso, che punta a dar voce ai giovani di oggi e capire quali sono per loro i valori predominanti, è sostenuto dall'Associazione nazionali presidi di Roma e del Lazio.

Premio Messaggero per i giovani. «Aprirsi e aiutare», quelli che dicono un no alla violenza

Premio Messaggero per i giovani Chiara Valerio: «Fiducia nelle parole, solo così è possibile battere la violenza» Sul giornale i nuovi elaborati

Bentivegna (Anp): «Il concorso del Messaggero una straordinaria occasione per i giovani»

Bentivegna (Anp): «Il concorso del Messaggero una straordinaria occasione per i giovani» 

Ultimo aggiornamento: 19 Dicembre, 07:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA