Livorno, conserve realizzate con pomodoro estero ma vendute come prodotto italiano: sequestrate 3.500 tonnellate di cibo

Livorno, truffa agroalimentare in uno stabilimento di pomodori del gruppo Petti
3 Minuti di Lettura

Uno scandalo agroalimentare in Toscana ha sollevato moltissime polemiche negli ultimi giorni. I Carabinieri per la Tutela Agroalimentare hanno perquisito lo stabilimento e il deposito della Italian Food Spa-Gruppo Petti di Livorno e hanno sequestrato 3.500 tonnellate circa di conserve di pomodoro già confezionate ed etichettate come un prodotto al 100% italiano. Nella realtà dei fatti le conserve venivano realizzate utilizzando rilevanti percentuali di pomodoro estero miscelato a semilavorati di pomodoro italiano. Ora sono indagate 6 persone per frode agroalimentare. Gli indagati hanno agito nei diversi ruoli dell'organigramma aziendale, ponendo in essere una sistematica produzione e fraudolenta commercializzazione di conserve di pomodoro falsamente etichettate.

Lasagna Mac & Cheese: dagli Usa la terribile ricetta che distrugge due eccellenze italiane in un colpo solo

In Toscana sono coltivati a pomodoro circa 2.000 ettari di terreni, il 50% è in Maremma mentre il resto si trova tra le province di Livorno e Pisa e il Mugello. Per la coltivazione in provincia di Grosseto si spendono mediamente dai 5 ai 7.000 euro per ettaro, con una resa di 850 quintali.

La frode che ha riguardato l'azienda Petti ha sollevato moltissime polemiche, a tal proposito si è espresso il presidente di Confagricoltura Toscana, Marco Neri, che ha parlato di quanto il pomodoro maremmano debba essere valorizzato. «Se confermato dalla indagini - dice Neri-, il comportamento dell'azienda è assolutamente da stigmatizzare».

Il presidente di Confagricoltura è preoccupato inoltre dall'impatto sull'ecosostenibilità di azionisimili a quella del gruppo Petti: «Spero non pregiudichino la trasformazione toscana, perché si rischierebbe di interrompere una filiera importante per l'economia toscana e la sostenibilità economica e ambientale».

Lasagna Mac & Cheese: dagli Usa la terribile ricetta che distrugge due eccellenze italiane in un colpo solo

Dura la condanna degli europarlamentari della Lega dopo lo scandalo che ha coinvolto la filiera agroalimentare toscana: «Si tratta di un'eccellenza del made in Italy che va difesa e valorizzata oggi più che mai» aggiungono poi  «questa vicenda evidenzia ancora una volta come la difesa del Made in Italy e il contrasto alle frodi alimentari debba essere per tutti un punto fermo».

L'America ha finito il ketchup, fabbriche Heinz travolte dal boom del cibo d'asporto

Giovedì 29 Aprile 2021, 18:38 - Ultimo aggiornamento: 18:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA