Pisa, 16enne in skateboard investito mentre attraversava, parla l'automobilista: «Il semaforo era verde»

Pisa, 16enne ucciso mentre attraversava, parla l'automobilista: «Era verde»
3 Minuti di Lettura
Martedì 8 Giugno 2021, 21:02 - Ultimo aggiornamento: 21:09

Le indagini sono in corso per cercare di ricostruire i tragici fatti dell'incidente che hanno portato alla morte di Lorenzo Mori, il ragazzo investito a Pisa domenica 6 giugno. «Il semaforo era verde, verde», ha ripetuto l’automobilista indagato ora per omicidio colposo. Si cerca di capire come il 16enne, abbia perso la vita a seguito di un investimento avvenuto poco dopo le ore 18, nei pressi del semaforo di via Matteucci. Gli inquirenti  della Toscana devono capire l'esatta dinamica e se ci sono responsabilità da parte del 52enne alla guida dell'utilitaria che ha colpito il ragazzo, deceduto all'ospedale Cisanello.

Pisa, ragazzo di 16 anni muore investito da un'auto mentre è sullo skateboard

Ipotesi d'omicidio stradale

L'ipotesi di reato per l'uomo è omicidio stradale. Intanto il 52enne è risultato negativo al test su droga e alcol, gli vengono contestate la violazione del codice stradale all’origine dell’incidente. Al vaglio dell'autorità ci sono le immagini della videosorveglianza. Anche le testimonianze devono essere vagliate. Bisogna anche capire se il ragazzo nel momento dell'attraversamento stava usando lo skateboard o no. Fra queste, quelle degli amici e del fratello maggiore di Lorenzo, come lui studente del liceo scientifico Buonarroti. Il gruppo stava aspettando il 16enne in zona prima che si verificasse l'incidente. Qualcosa in più sicuramente lo dirà l'autopsia disposta sul corpo della giovane vittima. 

L'investitore stando a quanto appreso finora si sarebbe fermato qualche decina di metri dopo il punto d’impatto. Resta da capire perché stesse superando la fila prima del semaforo. Non avrebbe visto il pedone che dalla sua destra, forse coperto da un’auto ferma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA