Torino, investe e uccide 36enne, arrestato il pirata della strada: «Ho visto il corpo a terra e ho avuto paura»

Mercoledì 22 Gennaio 2020
Pirata della strada travolge e uccide un 36enne: «Ho avuto paura e sono fuggito»

Un pirata della strada ha investito e ucciso il 36enne albanese Franko Gjinaj nella notte del 19 gennaio sulla provinciale 143 che collega a Orbassano a Stupinigi, nel Torinese, ed è poi scappato dopo l'incidente. «Ho avuto paura e sono fuggito». Si è giustificato così il 34enne di Giaveno (Torino) arrestato dopo essere stato rintracciato dai carabinieri. Secondo la ricostruzione dell'Arma, l'uomo, probabilmente a causa della nebbia, ha travolto il 36enne che stava attraversando a piedi la strada, priva di illuminazione e strisce pedonali. Ai militari ha raccontato di essersi fermato a 300 metri dal luogo dell'incidente, di essere tornato indietro e di aver visto una persona esanime ai margini della strada. A quel punto, in preda al panico, è fuggito.

LEGGI ANCHE Milano, pirata della strada investe scooteristi e scappa. Per le vittime solo delle contusioni

L'accusa è di omicidio stradale e omissione di soccorso. Gli investigatori dell'Arma l'hanno rintracciato grazie ai filmati delle telecamere di sorveglianza della zona e ai frammenti dell'auto, tra cui lo stemma della Volkswagen, ritrovati sul luogo dell'incidente. I carabinieri di Rivoli, che hanno controllato le carrozziere dei comuni alle porte di Torino alla ricerca di una Golf bianca, hanno trovato la macchina, danneggiata e con tracce ematiche sul cofano, in un'autofficina di Giaveno. L'uomo l'aveva portata a riparare spiegando di aver investito un capriolo.

Ultimo aggiornamento: 09:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma