Picchia la compagna convinto che lo tradisca: arrestato noto manager milanese

Sabato 28 Settembre 2019
Picchia la compagna convinto che la tradisca: arrestato noto manager milanese

La lite con la compagna, l'arrivo della polizia chiamata dai vicini e un nome eccellente, Marco Sarcinelli, dirigente di banca e figlio dell'ex vicedirettore della Banca d'Italia Mario Sarcinelli. Siamo nel centro di Milano. L'uomo è stato arrestato in flagranza di reato nella notte tra il 21 e il 22 settembre scorso durante una lite accesa con la compagna.

Sarcinelli, accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni, si trova attualmente in carcere a San Vittore. Come ricostruisce il suo legale, l'avvocato Salvatore Catalano, Sarcinelli era convinto che la compagna lo tradisse. Per questo motivo non erano rare le discussioni e le scenate di gelosia e l'uomo aveva cominciato ad avere problemi di alcolismo.

LEGGI ANCHE Picchia e segrega in casa moglie e figlia di un anno: arrestato per sequestro e maltrattamenti

La lite di sabato scorso è stata particolarmente accesa, tanto che la donna - colpita al volto con alcuni schiaffi, secondo quanto riferisce la difesa del manager - ha deciso di chiamare la polizia. Alla vista degli agenti, Sarcinelli ha perso il controllo aggredendo di nuovo la compagna.

A quel punto i poliziotti lo hanno arrestato in flagranza. La donna, che con Sarcinelli ha due figli rispettivamente di 3 e 5 anni, è stata portata in pronto soccorso dove le sono stati riconosciuti quattro giorni di prognosi. La sua telefonata alla polizia ha fatto scattare la procedura del "codice rosso", il nuovo protocollo di legge che prevede nei pronto soccorso di indicare le emergenze più gravi, e che fa si che anche la violenza sulle donne abbia una "corsia preferenziale" per combatterla, con indagini piu' veloci. Previste, inoltre, pene piu' pesanti in casi di violenza sessuale e stalking e vengono introdotti i reati di revenge porn e sfregi al viso oltre allo stop ai matrimoni forzati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA