COVID

Codogno, la foto (con dedica) di Mattia, il paziente uno: «Grazie a quelli che ci sono stati vicini e viva l'Italia»

Lunedì 31 Agosto 2020
Codogno, la foto (con dedica) di Mattia, il paziente uno: «Grazie a quelli che ci sono stati vicini e viva l'Italia»

Una foto che dà speranza. Quella messa in vetrina da Mattia Maestri, il "paziente uno" del focolaio di Codogno, nell'erboristeria gestita dalla moglie e dalla suocera, è già diventata un simbolo di rinascita. L'immagine, postata anche dalla pagina Facebook dell'erboristeria "Madre Natura" di Casalpusterlengo della moglie, ritrae Mattia insieme a lei e alla figlia, nata proprio mentre il padre era in terapia intensiva a causa del Covid. «Noi che abbiamo avuto la forza di ripartire... voi clienti e amici che ci siete stati vicini in questi mesi. A voi il nostro grazie e... Viva l'Italia!. Firmato Mattia, Valentina e Giulia», scrive Mattia sulla vetrina del negozio.

Paziente 1 a Codogno, la storia di Mattia Maestri: «Ho saputo del coronavirus solo quando ho riavuto il cellulare»

L'occasione, - come scrive Il Corriere della Sera - è stata la festa patronale e il concorso delle vetrine che aveva come tema »Viva l'Italia«, indetto dalla Pro loco, dal Comune e da Confcommercio. Anche l'erboristeria della famiglia Maestri si è iscritta fra i 17 partecipanti ma, la vetrina non ha passato (con proteste) le selezioni della giuria popolare. Mattia Maestri, il primo positivo scoperto in Italia, rimase in terapia intensiva per alcune settimane e sua moglie, risultata contagiata dal covid, aveva dato alla luce la loro bambina in ospedale.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA