Palamara si autosospende dall'Anm, Spina di dimette dal Csm

Sabato 1 Giugno 2019

Il pm romano Luca Palamara, indagato per corruzione a Perugia, si è autosospeso dall'Anm. «Sono certo di chiarire i fatti che mi vengono contestati. Il mio intendimento ora è quello di recuperare la dignità e l'onore e di concentrarmi esclusivamente sulla difesa nel processo di fronte a tali infamanti accuse. Per tali ragioni mi assumo la responsabilità di auto sospendermi dal mio ruolo di associato con effetto immediato», ha scritto al presidente dell'Anm Pasquale Galasso. 

Si è dimesso dal Csm il consigliere Luigi Spina, capogruppo di Unicost a Palazzo dei Marescialli, indagato dalla Procura di Perugia per rivelazione di segreto d'ufficio e favoreggiamento personale nell'ambito dell'inchiesta sull'ex presidente dell'Anm Luca Pamalara, accusato di corruzione. Ieri Spina si era autosospeso dai suoi incarichi di consigliere nell'organo di autogoverno dei giudici. Si è dimesso dal Csm il consigliere Luigi Spina, capogruppo di Unicost a Palazzo dei Marescialli, indagato dalla Procura di Perugia per rivelazione di segreto d'ufficio e favoreggiamento personale nell'ambito dell'inchiesta sull'ex presidente dell'Anm Luca Pamalara, accusato di corruzione. Ieri Spina si era autosospeso dai suoi incarichi di consigliere nell'organo di autogoverno dei giudici. 

Le rete di Palamara: tre membri del Csm in contatto con lui
Procure nella bufera, Palamara: «Mai ricevuto soldi, su di me valanga di fango»

 

Ultimo aggiornamento: 18:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani