Padre scopre che il figlio giovanissimo ruba: lo porta in Questura

Martedì 18 Agosto 2020
2
Padre scopre che il figlio giovanissimo ruba: lo porta in Questura

Un padre ha accompagnato il figlio, giovanissimo, in Questura a Fermo dopo avere scoperto che il ragazzo aveva rubato in un appartamento, insieme ad un altro giovane. I due erano rimasti feriti mentre fuggivano dall'abitazione al rientro dei proprietari. Questi ultimi, una coppia di coniugi, si sono accorti della presenza di un motociclo davanti all'ingresso e delle luci accese in casa, al piano superiore. Hanno chiamato il 113, chiedendo l'intervento della Volante e si sono messi a urlare «Al ladro». Vistisi scoperti, i due ragazzi si sono lanciati da una finestra, cadendo rovinosamente a terra e, zoppicando, hanno raggiunto il motociclo con cui sono fuggiti. Poco lontano hanno perso il controllo del mezzo, cadendo un'altra volta, abbandonando un casco da motociclista, il bauletto della moto e, probabilmente, riportando ulteriori ferite.

Covid scuola, Sileri: «Se uno studente è positivo, test rapidi e chiusura temporanea istituto»

Positiva dopo serata in discoteca, Sos dell'Asl: «Chi è stato nel locale venga a fare il tampone»

Sono riusciti comunque ad allontanarsi. Durante gli accertamenti di polizia giudiziaria nell'abitazione, trovata messa a soqquadro e con le finestre aperte, è arrivato in auto un uomo, accompagnato da un ragazzo zoppicante e con ecchimosi e abrasioni su gambe e braccia.

L'uomo ha dichiarato di essere il padre del giovane, che aveva preso parte al furto e di essersi sentito in dovere di accompagnarlo. Il figlio ha ammesso le proprie responsabilità e ha consegnato agli agenti uno zaino contenente la refurtiva. Un successivo accertamento presso l'ospedale di Fermo ha consentito di identificare anche il secondo giovane, coetaneo del primo, ricoverato per le ferite riportate, tra cui una frattura scomposta. Anche lui ha ammesso le proprie responsabilità: i due ragazzi sono stati denunciati all'autorità giudiziaria competente.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA