Orso aggredisce carabiniere di 24 anni in Trentino: militare ferito, animale catturato

Domenica 23 Agosto 2020
Orso aggredisce carabiniere di 24 anni in Trentino: militare ferito, animale catturato (foto dal servizio del Tgr Trentino Alto Adige)

Un giovane orso nella serata di ieri ha ferito un carabiniere  di 24 anni ad Andalo, in Trentino. Attorno alle 22.30, l'orso, un esemplare di 121 chili e circa due anni e mezzo di età, con ogni probabilità M57, ha aggredito il militare, che stava facendo una breve escursione, buttandolo a terra e provocandogli diverse ferite.

LEGGI ANCHE Orso M49 si è tolto il collare: trovato nei boschi, ora tracciarlo è più difficile

Un'aggressione improvvisa e fulminea, senza alcun tipo di provocazione, nei pressi di un lago-biotopo molto frequentato da turisti e residenti: il militare stava facendo una breve passeggiata con una ragazza, in attesa di prendere servizio per il turno notturno nella caserma del paese, quando è stato assalito dall'animale, catturato poi poche ore dopo il fatto e ora in custodia all'interno del recinto del Casteller, dove nei mesi scorsi era stato collocato anche l'orso M49.

Spuntano i cartelli per salvare l'orsa Amarena e i suoi quattro cuccioli

Il giovane carabiniere ha riportato diverse ferite agli arti, all'addome e alla testa, fortunatamente non molto gravi, e la paura è stata tanta. Il plantigrado ha aggredito il militare buttandolo a terra, graffiandolo e mordendolo ripetutamente, mentre la ragazza, riuscita a mettersi in salvo, ha subito allertato il 112. Diverse le persone accorse in aiuto del giovane, le cui urla alcuni testimoni hanno definito «agghiaccianti»: i passanti hanno a loro volta cercato di scacciare l'animale, mentre il militare, correttamente, è rimasto rannicchiato e immobile, coprendosi il volto, finché l'orso non ha battuto in ritirata. 

Il carabiniere è stato poi soccorso dai sanitari e trasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento, mentre sul luogo dell'aggressione è giunto anche il sindaco di Andalo Alberto Perli, che ha subito informato il presidente della Provincia Maurizio Fugatti, il quale ha poi disposto l'immediata cattura dell'animale, eseguita dal personale del Corpo forestale della Provincia con l'aiuto di vigili del fuoco e carabinieri. Verso le 4 del mattino, il plantigrado è stato narcotizzato mentre era ancora intento a rovistare nei cassonetti di un'isola ecologica del paese. 

«L'aggressione è avvenuta in modo deliberato», conferma il sindaco Perli. «Nella notte ho sentito diverse volte il presidente Fugatti e abbiamo convenuto che la situazione non era tollerabile: già nella giornata di ieri questo esemplare aveva avvicinato altre persone, ma la sera le cose sono precipitate. Per dare un'idea dello spirito di questo animale, anche quando siamo accorsi sul posto subito dopo il fatto, nonostante il viavai di persone e le luci, lui era rimasto comunque nei paraggi e ben visibile». 

L'orso aveva già manifestato un'indole estremamente confidente nei confronti dell'uomo, destando preoccupazione: nei mesi scorsi l'animale aveva infatti seguito molto da vicino degli escursionisti nei boschi della zona, con una serie di incursioni nei centri abitati. Nei prossimi giorni verranno effettuate le analisi genetiche a partire dai vestiti che indossava la persona aggredita, al fine di stabilire con certezza l'identità del plantigrado, ma intanto il presidente Fugatti ribadisce come sul territorio si stia manifestando sempre di più un problema nella convivenza tra uomo e animale: «Tutto si è risolto positivamente, dopodiché il tema della problematica del numero elevato di esemplari presenti ad oggi in Trentino rimane». 

Ultimo aggiornamento: 25 Agosto, 15:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA