Garlasco, omicidio Chiara Poggi: no a revisione processo presentata dai legali di Stasi

Lunedì 5 Ottobre 2020
Omicidio Chiara Poggi, no a revisione processo presentata dai legali di Stasi

Per il delitto di Garlasco (Pavia), in cui venne uccisa Chiara Poggi, non ci sarà la revisione del processo. Lo scrive la corte d'appello di Brescia nelle motivazioni del rigetto della richiesta di revisione del processo a presentato da Alberto Stasi, condannato per la morte della fidanzata Chiara Poggi: «Gli elementi fattuali che si vorrebbero provare con le prove nuove non sono stati comunque ritenuti idonei a dimostrare, ove eventualmente accertati, che il condannato, attraverso il riesame di tutte le prove, debba essere prosciolto, permanendo la valenza indiziaria di altri numerosi e gravi elementi non toccati dalla prove nuove». 

Delitto di Garlasco, la mamma di Chiara Poggi: «Il colpevole è già stato trovato»
Delitto Garlasco, Stasi chiede la revisione del processo. Il legale: «Ci sono elementi nuovi, non ha ucciso Chiara Poggi»
 


Alberto Stasi è stato condannato a 16 anni per l'omicidio della fidanzata Chiara Poggi, uccisa nella villetta di via Pascoli a Garlasco (Pavia) il 13 agosto 2007. Le presunte nuove prove, presentate dal difensore l'avvocato Laura Panciroli, quindi, non sono state considerate tali dai giudici che così cancellano la possibilità di una svolta nel complesso caso giudiziario. 

Ultimo aggiornamento: 16:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA