Gite scolastiche digitali, nasce “Oh My Guide!”: prima visita alla Real Cappella del Tesoro di San Gennaro a Napoli

Mercoledì 25 Marzo 2020

Le lezioni online ormai hanno preso piede per milioni di studenti, i prof correggono i compiti, spiegano con la lavagna digitale, rispondono alle domande. Ma le gite? Adesso arrivano anche quelle. E' nato “Oh My Guide!”, un nuovo spazio digitale che organizza visite scolastiche gratuite in streaming, realizzate con l'aiuto di guide certificate. La prima esperienza disponibile è la Real Cappella del Tesoro di San Gennaro a Napoli che custodisce da circa 500 anni le reliquie del santo patrono, una collezione di oggetti e opere d’arte e gioielli di inestimabile valore. La Deputazione della Real Cappella, che da 500 anni ha il compito di promuovere il culto di San Gennaro, ha sentito l’esigenza di riproporre nell’offerta digitale, le esperienze caratteristiche di una visita guidata. «Abbiamo pensato agli studenti e ai loro docenti che incontriamo spesso durante le visite - dice Francesco Iacono della Deputazione - ma anche alle guide che li accompagnano; al significato di una giornata trascorsa insieme ai propri compagni di classe, fuori dall’aula, e perché no, anche al giorno di scuola che si salta. Il resto è venuto da sé: volevamo offrire quanto di più simile a una gita scolastica si possa sperimentare senza muoversi da casa».

La scuola che volesse organizzare gratuitamente una gita alla Cappella e al Museo del Tesoro di San Gennaro potrà connettersi al sito www.ohmyguide.tours e semplicemente prenotare una visita guidata. La visita interattiva durerà circa un’ora e mezza: oltre a fruire di filmati e immagini, gli studenti potranno porre le loro domande da casa a una guida turistica certificata in collegamento remoto che sarà a loro esclusiva disposizione. Nelle prime settimane, le visite dedicate agli studenti avranno una guida d’eccellenza: Paolo Iorio, il direttore del Museo del Tesoro di San Gennaro. Oh my guide! è stato pensato, condiviso, realizzato e gestito senza che tutto il gruppo di lavoro abbia avuto un singolo incontro di persona. E a questo proposito si è ironicamente coniata una certificazione interna del progetto Oh My Guide!: “realizzato in assenza di contatti fisici, Contactless Work Team!”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA