Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Neonata morta a Nuoro, indagati 3 medici: «Non è pronta per il parto», ma la mamma aveva forti dolori

Neonata morta a Nuoro, indagati 3 medici: «Non è pronta per il parto», ma la mamma aveva forti dolori
2 Minuti di Lettura
Domenica 8 Settembre 2019, 13:45 - Ultimo aggiornamento: 15:22

Sul caso della neonata nata morta nel raparto di Ginecologia e Ostetricia dell'ospedale San Francesco a Nuoro, sta indagando la Procura. Dopo la denuncia dei genitori, il Pm Ireno Satta - come anticipato dall'Unione Sarda- ha aperto un fascicolo e iscritto nel registro degli indagati tre medici che hanno visitato la donna sia nel giorno del parto (il 31 agosto scorso), che nei giorni precedenti. L'ipotesi di reato formulata è l'interruzione colposa di gravidanza. La donna e il marito, rappresentati dall'avvocata Bastiana Buffoni, sostengono che per ben due volte nei dieci giorni precedenti il parto, previsto per il 25 agosto, si sarebbero recati in ospedale perché la madre della piccola sentiva dei dolori forti, ma i medici non avrebbero riscontrato anomalie.
 
LEGGI ANCHE Neonata rischia la vita per tachicardia, i medici la salvano immergendola in acqua gelata

 





Il 31 agosto la donna aveva nuovamente raggiunto il reparto: dal tracciato si capisce che il cuore della piccola non batte più, quindi il parto precipitoso e il dramma. Fatalità o colpa? La denuncia in Procura è immediata: il Pm ha disposto l'autopsia e sequestrato le cartelle cliniche. Saranno gli esiti degli esami autoptici per cui ci vorranno almeno 90 giorni a dire se i tre medici, difesi dagli avvocati Francesco Lai e Elena Fois, avrebbero potuto salvare la bimba o se la morte non poteva essere evitata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA