ULTIMA ORA

Nasconde il cadavere della figlia in bagno per 40 giorni e tenta di depistare i carabinieri

Mercoledì 4 Novembre 2020
Nasconde il cadavere della figlia in bagno per 40 giorni e tenta di depistare i carabinieri

Un papà ha nascosto per 40 giorni nel bagno di casa, nella vasca da bagno, il cadavere della figlia e poi ha chiamato i carabinieri, tentando di depistarli. È quanto è successo a Imola, in provincia di Bologna: l'uomo, di 77 anni, è stato denunciato per occultamento di cadavere.

 

Coprifuoco, regioni rosse, arancioni e verdi: i nuovi divieti, dal lockdown a spostamenti, bar e scuola

Napoli, 19enne incensurato ucciso in strada a coltellate

 

 

La telefonata

 

Ieri l'anziano ha contattato l'Arma dicendo di essere preoccupato per la cugina, che temeva fosse morta nella casa che la donna condivideva con il padre. Andati a controllare, i militari hanno trovato il corpo in avanzato stato di decomposizione di quella che in realtà era sua figlia, una 42enne. Il corpo era adagiato nella vasca da bagno e sigillato con un telone di plastica. Nella stanza era stato messo anche un ventilatore accanto a una finestra, per arieggiare il locale.

 

«Grave disagio»

 

Dai primi accertamenti, la donna si sarebbe tolta la vita circa 40 giorni fa a causa di una situazione di grave disagio. Il padre 77enne, che si occupava di accudirla, avrebbe poi deciso di nascondere il cadavere. L'appartamento è stato sequestrato dai carabinieri del Nucleo oerativo radiomobile della Compagnia di Imola.

 

Il parente

 

A mettersi in contatto con i carabinieri non è stato lo stesso padre, ma un altro parente, che aveva ricevuto qualche confidenza dal 77enne su quello che era successo. Dopo la morte della figlia, l'uomo ha continuato a vivere nella stessa casa con il cadavere nascosto in bagno. L'esame esterno del corpo non ha permesso di stabilire le cause del decesso e, a quanto risulta, a fare ipotizzare un suicidio sono solo le dichiarazioni del padre. Gli investigatori che lo hanno sentito insieme al magistrato spiegano tuttavia di ritenere attendibile la versione dell'uomo, apparso sconvolto.

 

L'autopsia

 

È stata comunque disposta un'autopsia per fare chiarezza su tempi e cause della morte della 42enne, che soffriva di problemi psichici. L'anziano genitore l'accudiva da solo dopo la morte della moglie, 13 anni fa.

 

Coprifuoco, regioni rosse, arancioni e verdi: i nuovi divieti, dal lockdown a spostamenti, bar e scuola

Sono tante le nuove misure introdotte da domani e valide sino al 3 dicembre. Se a livello nazionale scatterà il coprifuoco dalle 22 alle 5, la dad al 100% per le scuole superiori, la chiusura ai centri commerciali nel week-end e il limite del 50% per il tpl, le norme più stringenti riguardano le regioni.


 

Ultimo aggiornamento: 12:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA