MALTEMPO

Napoli, 21enne muore schiacciato da albero a Fuorigrotta sotto gli occhi dell'amico

Lunedì 29 Ottobre 2018
Napoli, 21enne muore schiacciato da albero caduto a Fuorigrotta

Il maltempo fa un morto anche in Campania. Dopo le due vittime di Frosinone e l'uomo ucciso da un albero a Terracina, un giovane di 21 anni, della provincia di Caserta, è morto schiacciato da un albero che gli è crollato addosso mentre camminava con un amico in via Claudio, nel quartiere Fuorigrotta di Napoli. La vittima è Davide Natale, originario di San Nicola La Strada. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno chiesto l'intervento del 118. Il ragazzo è stato portato nel vicino ospedale San Paolo dove però è deceduto.

LEGGI ANCHE Meteo, situazione in diretta: 6 morti. Venezia sott'acqua

Il giovane, uno studente, è stato colpito dal grosso albero, un pino, che si trovava nell'area dell'Istituto Motori del Cnr, crollato verosimilmente a causa del forte vento. Il fusto dell'albero ha abbattuto una cancellata in ferro e ha colpito il giovane che stava camminando lungo via Claudio. A pochi metri di distanza, a piazzale Tecchio, un altro uomo è rimasto gravemente ferito dalla caduta di un albero non lontano dalla stazione della metropolitana. L'uomo si trovava in auto quando l'albero si è abbattuto sul veicolo e un ramo lo ha trafitto. L'uomo è stato trasportato dai sanitari del 118 all'ospedale San Paolo di Napoli, dove è stato ricoverato in gravi condizioni.
 


 

Caos navi. Il maltempo e le forti mareggiate nel Golfo di Napoli hanno fermato anche le navi da crociera che avrebbero dovuto attraccare nel porto partenopeo. Le condizioni del mare hanno sconsigliato infatti l'avvicinamento al molo delle due grandi navi turistiche che sono quindi rimaste al largo. Il maltempo ha costretto l'autorità portuale di Napoli a chiudere l'ingresso ad automobili e camion dai varchi Pisacane e Bausan, sia per la mareggiata, sia perché il vento forte ha reso pericolanti alcuni elementi di una delle due torri faro del porto. L'accesso sarà interdetto almeno fino alle 19, quando secondo le previsioni meteo, il vento dovrebbe scemare. In serata verranno valutate le condizioni del mare per decidere se partiranno le navi dirette a Palermo e Catania.

Tavolo a Palazzo San Giacomo. Un tavolo di coordinamento a Palazzo San Giacomo, convocato dal Sindaco e presieduto dall'Assessore alla protezione civile Alessandra Clemente, già da ieri sera, sta seguendo l'evolversi delle condizioni meteo in città. Sono state impegnate a servizio delle delicate attività di pronto intervento e protezione civile, nonostante la vigenza del codice giallo, livello ordinario di criticità, promulgato dalla sala di controllo della protezione civile regionale, le squadre di protezione civile cittadina, tutti i PIS «Pronto Interventi Stradali» delle municipalità, personale delle squadre Asia, 100 agenti di polizia locale, gli automezzi tecnici dell'autoparco comunale, il personale del servizio verde della città.  

Ultimo aggiornamento: 20:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Book crossing”, a Roma a volte non funziona

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma