Napoli, neonato di tre giorni morto per un'infezione: indagati 3 medici e disposta l'autopsia

Le Procure di Napoli e Torre Annunziata hanno aperto un'inchiesta

Napoli, neonato di tre giorni morto per un'infezione: indagati 3 medici e disposta l'autopsia
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 22 Maggio 2024, 12:11

Lutto a Napoli, dove sarebbe stato ucciso da una infezione il piccolo Antonio, di soli tre giorni di vita, deceduto all'ospedale Monaldi la scorsa settimana dopo il parto alla clinica Stabia di Castellammare e il primo ricovero all'ospedale San Leonardo. Le Procure di Napoli e Torre Annunziata hanno aperto un'inchiesta e disposto l'autopsia, dopo la denuncia ai carabinieri presentata dai genitori. Tre medici sono indagati. Il ginecologo che ha seguito la mamma durante la gravidanza, il responsabile del Nido della divisione di Ostetricia e Ginecologia della Clinica Stabia di Castellammare, dove Antonio è venuto alla luce, e un pediatra.

La ricostruzione

Secondo la ricostruzione, il parto era riuscito, ma sarebbe subentrata una misteriosa infezione batterica con febbre sopra i 40 che lo ha stroncato in ospedale dopo soli tre giorni dalla nascita, gettando nella disperazione i genitori del neonato. La coppia di Torre del Greco, non riuscendo a capacitarsi della tragedia, si è rivolta a Studio3A e ha presentato un esposto.

L'autopsia 

La Procura di Napoli, per il tramite del Pubblico Ministero Federica D'Amodio, dopo aver aperto un procedimento penale per l'ipotesi di reato di omicidio colposo in ambito sanitario per la morte di un neonato di tre giorni avvenuta mercoledì 15 maggio all'ospedale Monaldi, ora ha disposto anche l'autopsia sul corpicino del bimbo e iscritto nel registro degli indagati, anche come atto dovuto per dare loro modo di nominare eventuali consulenti di parte per gli accertamenti tecnici non ripetibili, i tre medici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA