Noemi, l'identikit del killer e il clan impone il coprifuoco

Giovedì 9 Maggio 2019 di Leandro Del Gaudio

Corrono voci sinistre all’ombra delle giostrine di piazza nazionale, voci strane che hanno spinto tutti a starsene un poco a casa. Brutto clima nella grande piazza che abbraccia mondi diversi, quelli della polveriera Vasto, delle caserme, dei turnisti del carcere di Poggioreale, delle «guardie» del Tribunale, ma anche di commercianti e appaltatori, di camorristi in erba e piccoli boss legati all’Arenaccia, leggi clan Contini. Già, perché dopo il ferimento della piccola Noemi, dopo quell’agguato così strano, così abnorme, c’è chi fa i conti con possibili repliche, possibili ritorsioni.

Noemi, i medici: «Buona funzionalità del polmone destro, criticità di quello sinistro. Le sue condizioni sono gravi»
 

Ultimo aggiornamento: 08:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma