E' morto il partigiano-ingegnere Dino Zanobetti. L'Anpi: «La Resistenza fu per lui il ricordo più bello»

E' morto il partigiano-ingegnere Dino Zanobetti
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 28 Aprile 2021, 21:58

È morto a 101 anni Dino Zanobetti, partigiano e docente emerito di Impianti elettrici dell'Università di Bologna e vice direttore del dipartimento di scienze Unesco. Il suo volto, su iniziativa dell'Anpi, venne esposto in Porta Mascarella per la festa della Liberazione. «Un omaggio che solo in parte attutisce la perdita - scrive la presidente dell'Anpi di Bologna, Anna Cocchi, nel messaggio di cordoglio sul sito dell'associazione -  Poco consola, infatti, la veneranda età».

Rieti, muore poco prima di farsi il vaccino: era l'ultimo partigiano sabino

Nato ad Alessandria d'Egitto nel 1919, Dino Zanobetti, entrò nella Resistenza a 24 anni. E quel periodo, nonostante le difficoltà, fu per lui «il ricordo più bello». Scrive ancora Cocchi: «Le amicizie nate durante la Resistenza che poi sono rimaste le amicizie di tutta la vita. Ecco, per Zanobetti, come per i tanti che ho avuto la fortuna di conoscere, la Resistenza ha segnato il punto più importante della loro vita: la scelta di campo, il coraggio di sfidare la morte, il dolore per la perdita dei compagni, la difesa della libertà pensando a un mondo diverso e più giusto. Il modo migliore per rendergli omaggio è portare avanti i suoi ideali».


Il 25 Aprile, Bella Ciao e polemiche

«Bologna e l'Emilia-Romagna dicono addio ad un altro dei protagonisti della Resistenza - scrive anche il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, in un post su Facebook -. Ciao Dino, grazie per tutto quello che hai fatto per noi. Che la terra ti sia lieve»

© RIPRODUZIONE RISERVATA