Vigevano, cade ultraleggero: morti pilota, Gustavo Saurin, e passeggero, Vitaliano Generoso

Vigevano, cade ultraleggero: morti pilota, Gustavo Saurin, e passeggero, Vitaliano Generoso
2 Minuti di Lettura

Due morti nel velivolo ultraleggero precipitato nel pomeriggio nei boschi che costeggiano il Ticino nella provincia di Pavia. Non c'è stato nulla da fare per il pilota e il passeggero a bordo dell'aereo a tre assi decollato dall'aviosuperficie Leonardo da Vinci a ovest di  Vigevano. Il biposto è caduto nei pressi di strada al Salto, in località Buccella. L'allarme al 118 è stato lanciato alle 17,42, quando già iniziava ad imbrunire.


 Ai comandi del velivolo si trovava Gustavo Saurin, 72 anni, imprenditore di origine argentina residente a Vigevano. Con lui ha perso la vita un ragazzo di 25 anni, Vitaliano Generoso, anch'egli di Vigevano, che era salito poco prima per fare un volo di prova all'aviosuperficie Leonardo da Vinci di Cascina Scoglio, il campo di volo tra la frazione Morsella di Vigevano e Parona di cui lo stesso Saurin era presidente. Era stato lui a promuoverne la riapertura, nel 2018, dopo alcuni anni di inattività. Saurin, titolare di un'impresa di manutenzioni termoidrauliche, era un grande appassionato di volo sportivo su ultraleggeri, un'attività che faceva per passione da quasi 45 anni. Possedeva diversi velivoli tra cui un idrovolante ed era un esperto istruttore. Sono in corso gli accertamenti per comprendere le cause della caduta. Un testimone che era a passeggio con il cane nelle campagne della zona ha detto di aver sentito il rumore del motore del biposto «piantarsi» all'improvviso e, pochi istanti dopo, uno schianto. Precipitando il velivolo non ha preso fuoco.

Domenica 14 Febbraio 2021, 19:39 - Ultimo aggiornamento: 21:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA