Covid, morta mamma 26enne non vaccinata: a settembre il decesso della figlia di un mese

La piccola Sharon era stata fatta nascere prematuramente alle 24esima settimana

Covid, morta mamma 26enne non vaccinata: a settembre il decesso della figlia di un mese
3 Minuti di Lettura
Lunedì 15 Novembre 2021, 09:24 - Ultimo aggiornamento: 20:06

Montano Antilia ed Ascea, sono i due paesi del Salernitano che in queste ore stanno vivendo momenti di profondo dolore. Si piange la morte di Antonietta Delli Santi, 26 anni, deceduta a causa del Covid dopo mesi di agonia e dopo aver partorito la sua seconda figlia nata prematura a sole 24 settimane, deceduta anche lei a settembre scorso. La donna, originaria di Montano Antilia ma domiciliata ad Ascea, nel mese di agosto scorso risultò positiva al Covid mentre era in attesa della sua seconda bimba. Proprio per la sua gravidanza le era stato consigliato di non vaccinarsi

Malata di Covid partorisce incosciente e ventilata, torna a casa e vede per la prima volta il figlio dopo due mesi

Vaccino Covid, sì in gravidanza (ma consigliato nel secondo e terzo trimestre) e in allattamento

«Signora è incinta, non faccia il vaccino»: centralinista del Cup di Faenza licenziata

La morte di Sharon

Ma, a causa dell'infezione virale, a sole 24 settimane, prematuramente nacque dopo ferragosto la piccola Sharon, all'ospedale di Vallo della Lucania (Salerno) da dove fu immediatamente trasferita nel reparto di terapia intensiva neonatale dell'ospedale Federico II di Napoli. Qui però, il 9 settembre, il cuoricino di Sharon smise di battere. Ed oggi a distanza di circa due mesi anche mamma Antonietta non c'è l'ha fatta. Dopo tante sofferenze si è spenta nel reparto di terapia intensiva dell'Azienda ospedaliera «Federico II» di Napoli. Pur essendosi negativizzata, i polmoni di Antonietta erano rimasti gravemente segnati dal Covid. Come tante mamme in gestazione Antonietta aveva deciso di non vaccinarsi, una decisione rivelatasi determinante.

Dividendi, Janus Henderson: sopra picco pre-pandemia entro fine 2021

«È una tragedia che colpisce tutta la nostra comunità. In questo momento il nostro sentimento comune é di assoluto dolore ed amarezza», ha dichiarato all'Ansa il sindaco di Montano Antilia, Luciano Trivelli. Antonietta Delli Santi si era trasferita da Montano ad Ascea per motivi lavorativi. Da qualche tempo, infatti, gestiva una pizzeria insieme al proprio compagno ecco perché era molto conosciuta anche ad Ascea. Sulla vicenda interviene il professor Domenico Arduini, presidente del comitato scientifico della Fondazione ASM Onlus e professore onorario di Ostetricia e Ginecologia all'Università di Roma Tor Vergata. «Il vaccino protegge sia la mamma che il bambino. Numerosi studi hanno dimostrato il passaggio degli anticorpi, attraverso la placenta, dalla mamma al feto. eseguire il vaccino dal terzo mese in avanti è assolutamente necessario ma nel primo trimestre bisogna fare un'attenta valutazione del rischio reale di contagio da COVID-19 e indicare la vaccinazione in casi di elevato rischio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA