Milano, donna accoltellata fuori dalla discoteca dopo una rissa: la 32enne è in pericolo di vita

Nella lite è rimasto anche ferito un senegalese 25enne: ha una ferita da taglio alla gamba

Milano, donna accoltellata fuori dalla discoteca dopo una rissa: la 32enne è in pericolo di vita
3 Minuti di Lettura
Domenica 17 Ottobre 2021, 11:23 - Ultimo aggiornamento: 19:13

Accoltellata, con due profonde ferite alla coscia che fanno temere per la sua vita. È l'epilogo di una notte all'insegna della Malamovida la notte scorsa a Milano ma che ha visto episodi violenti anche in altre parti d'Italia: a Vibo Valentia e fuori da una discoteca a Castellarano, in provincia di Reggio Emilia. A Milano, fuori da una discoteca in via Tocqueville, nel cuore della zona del divertimento notturno del capoluogo lombardo, per ragioni che i carabinieri ancora devono chiarire, sono venuti a contatto due gruppi e ha avuto la peggio una donna di 32 anni di Segrate (Milano), che si trova ricoverata all'ospedale Niguarda dove è stata operata a una gamba. Sono stati il compagno e un amico a portarla in ospedale dopo che già aveva perso molto sangue. È emerso che il gruppo di amici ha avuto un alterco con un gruppo di africani nei pressi della discoteca: dalle parole si è passati alle mani ed è spuntato un coltello con cui è stata colpita la donna.

I carabinieri del Nucleo radio mobile sono intervenuti intorno alla 5, su segnalazione del 112, al Niguarda. Nel frattempo, però, il 118 stava intervenendo in via Tocqueville per soccorrere un senegalese di 25 anni, portato all'ospedale Fatebenefratelli con una ferita da taglio superficiale alla gamba. È stato evidente che gli episodi erano collegati e i militari hanno sentito chi era presente e stanno incrociando le loro testimonianze con le videocamere di sorveglianza della zona per individuare chi ha sferrato i fendenti e come ha avuto origine la rissa. Sul posto sono intervenuti i militari del Nucleo Operativo della Compagnia Milano Duomo e i rilievi sono stati effettuati dal Nucleo Investigativo. Altro episodio di Movida violenta a Castellarano, nel Reggiano: cinque ragazzi, ventenni, sono stati violentemente aggrediti e picchiati da un gruppo di una quindicina di coetanei la notte scorsa all'uscita di una discoteca.

Due sono rimasti feriti, uno è finito in ospedale con una mascella spaccata. Durante il brutale pestaggio, per motivi futili, secondo gli investigatori, sono stati anche esplosi due colpi d'arma che poi si è rivelata una scacciacani. È stata Identificata buona parte dei responsabili dell'aggressione: giovani tra 20-25 anni, in prevalenza stranieri e per loro le accuse vanno da concorso in rissa aggravata, lesioni personali aggravate, esplosioni pericolose e rapina (a una vittima è stata anche strappata la collanina). Tutti saranno proposti per il Daspo urbano e per la loro identificazione un notevole aiuto è arrivato anche dai filmati girati con i telefonini da diversi presenti, postati sui social e resi disponibili ai militari.

A Vibo Valentia, infine, un uomo di 32 anni, Domenico Catania, é stato ferito in modo grave la scorsa notte in piazza Morelli, nel centro storico, dove c'erano molte persone perché teatro della movida del sabato. È stato ricoverato in prognosi riservata. Sull'episodio indagano i carabinieri. Non si esclude che Catania possa essere stato raggiunto dal colpo di pistola nel corso di una lite, ma è anche valutato il fatto che il ferito é imputato nel processo «Rinascita Scott» alle cosche di 'ndrangheta del vibonese che é in corso a Lamezia Terme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA