MATTEO SALVINI

Migranti al confine Italia-Francia, Salvini: da oggi polizia presidierà. Parigi chiede un incontro tra polizie

Sabato 20 Ottobre 2018
5
Migranti scaricati al confine, scontro Italia-Francia. Salvini: da oggi polizia italiana presidierà la frontiera

Prosegue lo scontro tra Italia e Francia sul tema migranti e Matteo Salvini annuncia un presidio permanente della polizia italiana al confine. La tensione è salita dopo il caso di due persone di nazionalità africana scaricate in Italia dalla Gendarmerie e filmate dalla Digos. Un episodio per cui Parigi ha chiesto scusa ma poi ieri Salvini ha diffuso un nuovo video che mostra agenti francesi scaricare altri due migranti in Italia. La Francia stavolta smentisce spiegando che si è trattato di un «normale respingimento».

«Lezioni dal governo francese che scarica immigrati di notte nei boschi Italiani? No, grazie», ha detto oggi Salvini. Il titolare dell'Interno fa riferimento alle parole del suo omologo francese Christophe Castaner, il quale ha attaccato un «ministro italiano» e il suo «rifiuto sistematico di ogni forma di apertura al prossimo».

LEGGI ANCHE Salvini: «Migranti, nuovo sconfinamento francese. È un atto ostile»

Il video postato ieri dal ministro dell'Interno sui migranti lasciati alla frontiera italo-francese «mostra una procedura di non ammissione alla frontiera del tutto conforme alla prassi concordata tra la polizia francese e la polizia italiana, nonché al diritto europeo», si legge in un comunicato della prefettura della regione francese delle Hautes-Alpes. La prefettura delle Hautes-Alpes spiega che i tre migranti lasciati «sulla linea esatta di demarcazione della frontiera franco-italiana sulla Rn 94» come si vede nel video postato da Salvini, «erano stati controllati al punto di attraversamento autorizzato di Monginevro, 500 metri più lontano sulla Rn 94. Provenienti direttamente dall'Italia e sprovvisti di documenti di viaggio, si sono visti notificare il rifiuto di ingresso sul territorio francese. Conformemente alla procedura, il commissariato di Bardonecchia è stato immediatamente informato». 
 

Salvini smentisce. «I francesi ci hanno scritto solo dopo aver lasciato gli immigrati nel nostro Paese. Da oggi la polizia italiana è a presidiare il confine», ha detto ancora salvini. «La Francia ha comunicato di voler consegnare un gruppo di immigrati alle 9,49 di ieri, peccato li avesse già abbandonati in territorio italiano. Non solo. Non c'è alcun accordo bilaterale Italia-Francia, scritto e ufficiale, che consenta questo tipo di operazioni. Se Parigi parla di 'prassi' - prosegue il ministro - ne deve rispondere il governo precedente: ora l'aria è cambiata e non accettiamo che vengano portati in Italia degli extracomunitari fermati in territorio francese, senza che le nostre forze dell'ordine possano verificarne l'identità. L'ennesimo abuso transalpino, che ha approfittato anche della buonafede della nostra polizia, avrà conseguenze: per nostra iniziativa a Claviere sono già state inviate delle auto di pattuglia per controllare e presidiare il confine. Dalle parole ai fatti».

Parigi chiede un incontro. «La prefetta della regione delle Hautes-Alpes, Cécile Bigot-Dekeyzer, prende atto della dichiarazione» di oggi pomeriggio del ministro dell'Interno italiano Matteo Salvini sulla gestione degli stranieri alla frontiera franco-italiana, e «su domanda del ministro dell'Interno Christophe Castaner, propone una riunione tra i prefetti, da tenersi sul posto» il prima possibile, «con la partecipazione dei responsabili nazionali della polizia dei due Paesi per migliorare la cooperazione». Lo si legge in una nota della prefettura locale francese.

Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre, 10:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma