Migrante ucciso dopo una lite in insediamento abusivo nel Foggiano: interrogato uno straniero

Martedì 27 Ottobre 2020

Un migrante è rimasto ucciso questa sera nel ghetto di Borgo Mezzanone, l'insediamento abusivo sorto nelle campagne del Foggiano, a seguito di una lite. La vittima sarebbe un cittadino africano: sul suo corpo vi sono numerose ferite d'arma da taglio. A quanto si apprende gli agenti della squadra mobile e quelli del commissariato di Manfredonia stanno concentrando le indagini su un cittadino straniero che è stato portato in questura per essere interrogato.

Roma, operatori del centro di accoglienza per migranti presi in ostaggio

Migranti, rivolta nel centro di accoglienza al Prenestino

© RIPRODUZIONE RISERVATA