​Meningite a Brescia, due casi di sepsi dopo la morte di Veronica. Il sindaco: nessun allarme

Venerdì 6 Dicembre 2019
​Meningite a Brescia, due casi di sepsi. Il sindaco di Villongo: nessun allarmismo

A seguito dei due casi di sepsi da meningococco C, uno dei quali costato la vita a Veronica Cadei, il sindaco di Villongo, Maria Ori Belometti, ha diramato un comunicato per tranquillizzare la popolazione: «Cari concittadini, ho deciso di emettere un comunicato per evitare inutili allarmismi. Sono in contatto due volte al giorno con l'Ufficio di sanità pubblica, che monitora costantemente la situazione. Le indagini sanitarie e la profilassi necessaria sono in corso. Non c'è nessun pericolo per la cittadinanza».

LEGGI ANCHE --> Meningite, Veronica morta a 19 anni: indagati 7 medici. Oggi l'autopsia

A destare preoccupazione nella cittadinanza di Villongo la notizia di un secondo caso di sepsi che ha colpito un ragazza di 16 anni, dopo quello purtroppo fatale per Veronica Cadei, uccisa da un'infezione causata dal batterio meningococco C. La sedicenne, invece, non è in pericolo di vita.
 

Ultimo aggiornamento: 18:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma