Medici evadono le tasse per mezzo milione di euro: la Finanza trova i soldi nella stanza segreta della villa

Martedì 17 Dicembre 2019
1
Medici evadono le tasse per mezzo milione di euro: la Finanza trova i soldi nella stanza segreta della villa

La Guardia di Finanza sta eseguendo in queste ore, su richiesta della Procura della Repubblica di Pordenone, perquisizioni in una villa di Aviano e negli studi professionali appartenenti a una coppia di medici, titolari di un centro estetico e di un laboratorio dentistico. Sono indagati per evasione fiscale per un ammontare di 470 mila euro. L'uomo in passato ha ricoperto anche incarichi amministrativi.

Dl fisco, tutte le novità: dal carcere al 730. Arriva Rc auto familiare, niente multe ai commercianti sui pos

Decreto fiscale, dal Pos alla Tari fino a 730 e bonus latte: tutte le misure
 

A marzo i due professionisti avevano denunciato di essere stati vittime di un furto di 200 mila euro in contanti, custoditi in una stanza blindata segreta, ricavata nello scantinato della loro villa. Le indagini dei Carabinieri avevano portato a identificare quale autore il domestico, reo confesso, nella cui abitazione erano stati rinvenuti 360 mila euro, circostanza che ha comportato l'integrazione della denuncia del furto.

A fronte di questa integrazione, il Procuratore della Repubblica di Pordenone Raffaele Tito ha delegato la Gdf a svolgere ulteriori indagini tese a chiarire sia la sottrazione del denaro - per la quale il maggiordomo aveva patteggiato la pena di un anno e sei mesi con il beneficio della sospensione condizionale - sia la provenienza dei contanti custoditi dai due professionisti.

Dagli accertamenti delle Fiamme Gialle è emerso che la somma complessiva del furto ammontava a 470 mila euro e che i redditi dichiarati dai due medici, che palesavano un elevato tenore di vita e una consistente situazione patrimoniale e immobiliare, in Italia e all'estero, erano rappresentati da importi inferiori a quelli corrisposti allo stesso collaboratore domestico.

Ultimo aggiornamento: 19:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA