Mattarella in Sinagoga a Roma: «Da ebrei contributo altissimo alla storia d'Italia»

Venerdì 21 Febbraio 2020
1
Mattarella fa visita alla Sinagoga di Roma: «Omaggio alla comunità ebraica»

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, accompagnato dalla figlia Laura, è stato alla Tempio Maggiore di Roma per la sua prima visita da capo di Stato. «Grazie al Rav Di Segni e alla presidente Dureghello per questa opportunità di incontrarvi nel Tempio Maggiore - ha detto Mattarella nel suo discorso -. Una visita che ho chiesto di svolgere per un saluto e un omaggio alla comunità ebraica romana, molto antica, credo la più antica d'Europa». Il capo dello Stato è stato accolto da circa 700 alunni delle scuole ebraiche e da un coro di bambini che ha intonato due brani tratti dai Salmi.

LEGGI ANCHE Liliana Segre alla Sapienza cita Primo Levi: «Conoscere è necessario». Studente di destra parla di precariato
 


Al suo arrivo Mattarella si è intrattenuto con i familiari di Stefano Gay Taché, il bambino ucciso in un attentato davanti alla sinagoga nel 1982, e i vertici della comunità ebraica. Poi ha visitato il museo del Tempio Maggiore. Al termine del suo discorso Mattarella ha salutato dicendo «Lehaim! (Alla vita!)», e anche, «visto che manca poco al tramonto, Shalom Shabbat, auguri ragazzi».

Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio, 08:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi