Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Mascherine Ffp2 obbligatorie, è corsa all'acquisto: costi, quali scegliere e dove comprarle

Mascherine FFP2 obbligatorie, è corsa all'acquisto: costi, quali scegliere e dove comprarle
di Diodato Pirone
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 29 Dicembre 2021, 15:23 - Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre, 00:38

Le mascherine Ffp2 sono obbligatorie, in molti luoghi, fino alla fine dello stato d'emergenza fissato al 31 marzo. Lo prevede il cosiddetto "decreto Fetività" che è stato varato dal governo poco prima di Natale.

Tampone, arriva il nuovo "in fluorescenza": come funziona e perché sostituirà i molecolari

DOVE E' OBBLIGATORIA LA FFP2

La mascherina Ffp2 ha una lalto potere filtrante e dunque protegge meglio dalla variante Omicron che - come stiamo vedendo - si diffonde molto facilmente.

L'uso di questa mascherina è obbligatoria in:

- autobus e tram;

- metropolitane;

- treni, anche regionali;

- traghetti;

- aerei;

- cinema;

- teatri;

- musei e mostre;

- sale da concerto.

 

FFP2 SI', MA SOLO SE CERTIFICATE

Come si legge nei documenti dell'Istituto Superiore di Sanità queste mascherine hanno una capacità di filtro molto superiore alle chirurgiche. In sintesi esse impediscono alle persone che le indossano di essere infettate e di infettare. Le chirurgiche, invece, proteggono soprattutto le persone con le quali veniamo in contatto dalle particelle che noi emettiamo nell'atmosfera. È importante che le Ffp2 siano certificate. Per esserlo devono riportare sulla confezione o sul prodotto il marchio “CE” accompagnato da un codice di quattro numeri che identifica l'organismo che ha certificato la conformità del prodotto alle leggi europee.

DA PREFERIRE QUELLE MADE IN ITALY

Non è assolutamente vero che le mascherine debbano essere cinesi. Pochi sanno che l'Italia è sempre stato fra i principali paesi al monmdo produttori di mascherine professionali fra le quali ci sono le Ffp2 e le Ffp3. In particolare la BLS lombarda è nota per aver rifornito a sua volta la Cina nei primi stadi della pandemia. Sulla qualità delle Ffp2 "made in Italy" non si discute sempre che sulla confezione ci sia il marchio "CE" e il codice con quattro numeri che identifica l'ente controllante.

IL TEMPO D'USO

La Ffp2 può essere indossata fino a otto ore di fila, poi va cambiata. Grazie al loro alto potenziale filtrante pari al 92 per cento, questi strumenti di protezione durano più a lungo delle semplici mascherine chirurgiche (dopo quattro ore meglio indossarne un'altra).

DOVE SI ACQUISTANO

Ormai ovunque, non è necessario andare in farmacia dove molto spesso costano più che altrove. Le Ffp2 sono reperibili anche nei supermercati, online, ma anche nei negozi di ferramenta o di materiali elettrici dove spesso si trovano quelle più professionali.

QUANTO COSTANO

In generale le Ffp2 hanno un prezzo più elevato rispetto alle mascherine chirurgiche. Prima della loro obbligatorietà venuvano cedute tra  gli 80 centesimi e i 2,5 euro. Ora qui e là si sono visti aumenti di prezzo assolutamente ingiustificati: non c'è scarsità di queste mascherine. Né quelle vendute a prezzo più caro sono per forza le migliori. Il prezzo più alto si giustifica solo di fronte a un prodotto più professionale dotato ad esempio di elastici larghi e plastificati o fatto con materiali all'evidenza più sofisticati. Vedremo se si materializzeranno le ipotesi di prezzi calmierati, in particolare per i pendolari.

E PER LA SCUOLA?

Non è ancora chiaro se la Ffp2 sarà adottata, anche parzialmente, per le scuole alla loro riapertura. Data la contagiosità di Omicron sarebbe preferibile che i professori la indossassero. Il commissariato all'emergenza Covid le ha promesse per "coprire" almeno  docenti a contatto con i bambini non vaccinabili (sotto i 5 anni) e nei casi particolari che impediscono a qualche alunno di portare anche la mascherina chirurgica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA