Marinaie spose in divisa, gli auguri del ministro Trenta per il maresciallo
Rosa Maria e il tenente Lorella

Lunedì 1 Aprile 2019
4
Marinaie spose, festa a La Spezia per Rosa Maria e Lorella: gli auguri del ministro Trenta

Nozze con tanto di sfilata finale sotto il tunnel di spade degli ufficiali e auguri del ministro Trenta: il maresciallo Rosa Maria e il tenente di vascello Lorella della Marina Militare italiana si sono unite civilmente alla Spezia, dove sono acquartierate.  Come riportano il sito gay.it e il profilo Facebook "I sentinelli di Milano", le due marinaie hanno invitato amici e colleghi della Marina per il loro matrimonio in divisa terminato con il lancio di chicchi di riso e petali di fiori. 
Di recente, dal 2016, uomini e donne appartenenti alla Marina militare, e anche ad altre armi e forze dell'ordine, si sono sposati con il compagno o la compagna, ma quello di Rosa Maria e Lorella rappresenta il primo matrimonio fra donne che appartengono alla Marina.

Rosa Maria Mogavero, che tutti chiamano Rosy, è di Palermo, Lorella Ciprio, 33 anni, è di Trinitapoli (Puglia). Si sono sposate con rito civile al Centro di arte moderna e contemporanea (Camec) di La Spezia e sono entrambe appassionate di cani: ne hanno cinque e uno di essi, il bulldog Ginevra, ha portato le fedi al collare fino alla sala della cerimonia.

Vaticano conferma: al Sinodo sarà affrontata la questione delle nozze gay

LEGGI ANCHE: Nozze gay, a Roma la prima unione tra un poliziotto in divisa e il compagno

Auguri del ministro Trenta. «Volevo rivolgere i miei più sinceri auguri a Lorella e Rosy - ho saputo che i vostri amici vi chiamano così - i nostri due marinai che il 31 marzo hanno celebrato la loro unione». Così il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, si complimenta con una ufficiale di Marina, comandante di nave, e una sottufficiale, che si sono sposate alla Spezia. «Sono stata davvero felice di vedere le immagini del vostro giorno più bello, con le famiglie riunite e tanta gioia nei vostri sguardi», aggiunge il ministro, postando una foto della cerimonia, con le due donne sorridenti e il tradizionale «arco di spade» fatto dai loro colleghi. «Lorella e Rosy - conclude la Trenta - sono l'esempio di una importante evoluzione culturale, nelle Forze Armate e nel nostro Paese. Auguri ragazze!».

 

Ultimo aggiornamento: 2 Aprile, 08:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA