ROMA

Rifiuti, ok delle Marche a trattare 5000 tonnellate al mese di indifferenziata della Capitale

Lunedì 19 Agosto 2019
La Regione Marche si è resa disponibile al conferimento e trattamento di circa 5.000 tonnellate al mese di rifiuti indifferenziati provenienti da Roma. Il successivo smaltimento degli stessi avverrà invece negli impianti del Lazio. Sono queste le linee guida dell'accordo raggiunto tra le istituzioni coinvolte nella gestione dei rifiuti romani. Il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, nel rilevare l'ottima collaborazione tra gli enti coinvolti, a partire dalla cabina di regia tecnica della quale fanno parte dirigenti del ministero dell'Ambiente, della Regione Lazio e di Roma Capitale, ha spiegato che l'intesa «rappresenta il risultato di un positivo dialogo tra le istituzioni» e ha annunciato che «in questo senso si sta lavorando con la Regione Abruzzo».
La Regione Marche ha reso la propria disponibilità al trattamento a condizione che i rifiuti lavorati vengano poi immediatamente riportati fuori dal proprio territorio per l'abbancamento. L'assessore ai rifiuti del Lazio, Massimiliano Valeriani, ha spiegato quindi che nei prossimi giorni in giunta regionale verrà analizzata la delibera che formalizza l'accordo e ha chiarito che l'intesa prevede «il conferimento e il trattamento di circa 5.000 tonnellate al mese di rifiuti negli impianti marchigiani individuati e contrattualizzati dall'Ama, mentre lo smaltimento avverrà poi negli impianti del Lazio». Valeriani ha ringraziato il presidente, Luca Ceriscioli, e l'amministrazione regionale delle Marche «per la disponibilità ad aiutare la città di Roma nel trattamento dei rifiuti indifferenziati» e ha chiesto «una svolta decisa da parte del Comune di Roma e di Ama, che dovranno compiere rapidamente quelle scelte necessarie sugli impianti di servizio per assicurare un corretto funzionamento del sistema dei rifiuti».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il percorso ad ostacoli dei turisti della Capitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma