Chef stellato 75enne rapinato e sequestrato nel suo ristorante

Romano Tamani con il fratello Francesco Carlo e la cognata
2 Minuti di Lettura

Una giornata da dimenticare, quella che  Romano Tamani, chef e gestore del ristorante Ambasciata, di Quistello (Mantova) (una stella Michelin), ha vissuto domenica scorsa. rapinato e tenuto ostaggio più di un'ora da quattro malviventi nel suo ristorante.

Quattro giovani dall'accento dell'Est europeo, disarmati ma incappucciati, hanno colto di sorpresa lo chef 75enne mentre stava uscendo dal locale, quel giorno chiuso, e l'hanno spinto all'interno, facendolo cadere a terra. Qui lo hanno legato e imbavagliato con del nastro isolante. Poi si sono messi a rovistare nel locale alla ricerca di soldi e oggetti di valore; hanno trovato solo delle carte di credito e sono fuggiti. Tamani è riuscito a liberarsi e a raggiungere un vicino bar dove ha dato l'allarme ai carabinieri.

Romano Tamani, che ha scritto un libro sulla sua vita in cucina "Diario di un lavapiatti di campagna" la proprietà del ristorante assieme al fratello Francesco Carlo, diventato famoso nel mondo per l’eccellenza della cucina gonzaghesca mantovana. In quasi quarant’anni di attività, i due fratelli Tamani hanno portato la cucina del Vicariato in tutto il mondo e proseguono oggi su questa strada per far conoscere l’eccellenza del territorio. L’eccellenza di questo Ristorante, che rappresenta uno dei grandi luoghi della cucina classica italiana, un vero e proprio tempio del gusto, è stata riconosciuta dalla Guida Michelin, che continua a confermargli l’ambita stella.

Martedì 22 Gennaio 2019, 15:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA