MALTEMPO

Maltempo, scuole chiuse in Toscana. Nuova allerta arancione in Liguria e Piemonte

Mercoledì 23 Ottobre 2019
Maltempo, scuole chiuse in Toscana. Nuova allerta arancione in Liguria e Piemonte

Scuole chiuse domani in diversi comuni delle province di Grosseto e di Livorno per l'allerta meteo di colore arancione diramata dalla Regione Toscana, dalle 10 fino alla mezzanotte, che interessa le zone della Maremma, la Val di Cornia e le isole dell'arcipelago. Nel Grossetano rimarranno chiuse le scuole a Grosseto, Magliano in Toscana, Manciano, Orbetello, Pitigliano e Sorano. Nel Livornese scuole chiuse a Piombino e nel comune elbano di Portoferraio. I sindaci in queste ore hanno emesso specifiche ordinanze.

Torna il maltempo da questa sera sulla Liguria e l'Arpal emana una nuova allerta Arancione, di media gravità, per temporali e piogge diffuse. Dopo la pausa di queste ore, «sulla Liguria si affaccia un nuovo severo passaggio perturbato» spiega Arpal. L'allerta Arancione scatta a mezzanotte e dura fino a domani pomeriggio, tra le 15 e le 18, con variazioni orarie nelle diverse province.

LEGGI ANCHE --> Meteo, weekend con caldo anomalo: «Nuovo ruggito africano»

Il quadro meteo indicato da Arpal Liguria spiega che è in atto già oggi un «progressivo peggioramento dello scenario meteorologico con rovesci di intensità moderata o localmente forte in estensione da Ponente al centro della regione in serata» con possibili allagamenti localizzati ad opera dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche o di piccoli canali e rii. Sono possibili danni puntuali per isolate raffiche di vento o trombe d'aria, grandine e fulmini, piccoli smottamenti. Venti sono attesi da Nord Est con rinforzi fino 50-60km/h e raffiche sui crinali.

Domani, giovedì, Arpal indica il «passaggio di una potente perturbazione» che porterà «condizioni di severo maltempo». «Segnaliamo fin dalle prime ore della notte temporali forti anche organizzati che interesseranno diffusamente la Liguria estendendosi da Ponente alle zone di Levante - dice una nota -, possibili locali fenomeni forti anche nel pomeriggio e quantitativi cumulati di pioggia elevati su tutte le zone. Mare molto mosso o localmente agitato a Ponente, venti rafficati e forti 50-60 km/h da Nord a Ponente, da Sud-Est sul centro, di burrasca 60-70km/h da Sud-Est sul Levante. Venerdì è atteso un miglioramento con »precipitazioni residue di debole intensità in esaurimento nelle prime ore della notte«.

Torna l'allerta arancione sul Piemonte. Il rischio di frane e piene dei corsi d'acqua riguarda - nell'ultimo bollettino emesso da Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) - le valli torinesi e cuneesi Orco, Lanzo, Susa, Sangone, Chisone, Pellice e Po e, a sud della regione, Belbo e Bormida, tra le province di Asti, Alessandria e Cuneo, in quest'area sopratutto a causa dell'alluvione di inizio settimana che ha già provocato pesantissimi danni. Allerta gialla su tutto il resto della regione. Già oggi è prevista, nelle aree con allerta arancione, l'ingrossamento del reticolo secondario dei corsi d'acqua, ma domani la criticità si estenderà ai fiumi principali. La quota della neve non scenderà mai di sotto dei 2.500 metri.
 

Ultimo aggiornamento: 15:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani