MALTEMPO

Maltempo, vento sino a 130 km/h flagella il Sud. Roma, danni alla cupola dell'Auditorium

Sabato 14 Dicembre 2019
Maltempo, tempesta a Palermo: alberi caduti e tetti divelti. Divelto il pontile a Ginestra. ​I vigili del fuoco: «È stato un inferno»

Un insidioso vortice perturbato sta determinando venti fortissimi con raffiche di burrasca che hanno sfiorato i 150 km/h su alcune zone d'Italia in particolar modo su Campania, Calabria e Sicilia. Nella giornata di oggi, il maltempo si sta consolidando ancora con forti venti freddi di Maestrale sulla Sardegna, con punte di 120/130 km/h sulle zone nord-occidentali dell’Isola. Le bufere interesseranno anche le regioni tirreniche (dalla Toscana alla Campania) mentre sul versante adriatico il maestrale soffierà fino a 70/80. Intense mareggiate lungo il versante tirrenico della Calabria dove le onde, innalzate dal vento, raggiungeranno probabilmente i 5/8 metri di altezza.

Napoli-Parma a rischio rinvio: danni allo stadio dopo la tempesta

Lauria: calamità di carattere eccezionale. Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha parlato con il Capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, per esaminare la situazione di Lauria (Potenza), colpita ieri da una tromba d'aria, e dove «ci sono stati ingenti danni. Li stiamo quantificando perché eventualmente sarà chiesto uno stato di emergenza: è una calamità di carattere eccezionale». Bardi stamani ha fatto visita ai feriti ricoverati nell'ospedale San Carlo di Potenza, dove restano gravissime le condizioni della 28enne, mentre la situazione degli altri tre è sotto controllo.

Napoli-Parma alle 18.30. Napoli-Parma si giocherà. È quanto si apprende da fonti del Comune di Napoli. Molto probabile che la partita possa essere posticipata di una mezz'ora, alle 18,30, per terminare la messa in sicurezza dello stadio.
 
Maltempo, tromba d'aria a Lauria: crolla il tetto di una palestra, grave una ragazza. Altri 7 feriti
 


Disagi e danni nel vibonese. A Vibo Valentia e in provincia, in particolare sulla fascia tirrenica, è il forte vento a destare le maggiori preoccupazioni assieme alle mareggiate con onde alte anche 5 metri. A Tropea scuole chiuse per l'allerta arancione e danni in piazza Vittorio Emanuele dove è presente un cantiere per lavori di riqualificazione. Tanti gli alberi caduti, i pali della luce divelti e insegne di negozi scaraventate a terra. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco tra la nottata e le prime ore di oggi. A Vibo città è stata disposta la chiusura di tutte le ville comunali e le aree giochi per evitare problemi alla incolumità delle persone. Attivato anche il Centro operativo comunale. Problemi sono stati segnalati per il tetto della scuola Garibaldi dove sono intervenuti tecnici comunali e vigili del fuoco. Preoccupazione anche nella frazione Marina a causa delle mareggiate delle ultime ore. Il sindaco della città Maria Limardo ha compiuto un sopralluogo per prendere visione direttamente della situazione.
La piscina si scoperchia e trancia la linea ferroviaria: Fl5 paralizzata

Sardegna: maestrale fino a 130Km. Il forte vento di maestrale sta imperversando su tutta la Sardegna, con raffiche che in alcune zone hanno superato i 130 km orari. A Cagliari il sindaco Paolo Truzzu ha chiuso, questa mattina, parchi e cimiteri, cosi come deciso anche dal primo cittadino di Olbia, Settimo Nizzi, per il parco Fausto Noce, e da quello di Alghero, Mario Conoci. I vigili del fuoco sono impegnati in tutta l'isola per alberi abbattuti e pezzi di cornicioni caduti a terra. L'allerta per il forte vento di tempesta, in particolare nella Sardegna settentrionale e occidentale, dovrebbe cessare dalla serata di oggi. Le temperature previste per i prossimi giorni restano stazionarie, le massime tra i 20 gradi di Cagliari e i 10 di Nuoro. Per i prossimi giorni non si attendono variazioni, con cielo velato e venti deboli o moderati da Sud.

Roma, chiuso centro operativo comunale. A seguito del miglioramento delle condizioni meteo e dopo oltre 24 ore di operatività, il Centro Operativo Comunale (Coc) e le Ucl di tutti i Municipi hanno terminato le attività nella notte. L'unità di crisi della Protezione Civile di Roma Capitale, convocata in seguito all'allerta meteo diramata dalla Protezione civile della Regione Lazio per monitorare i danni del maltempo, ha coordinato circa 100 interventi. Su tutto il territorio capitolino sono entrate in azione unità operative del Dipartimento Simu e 22 squadre di volontari della Protezione Civile. Oltre 60 interventi hanno riguardato la rimozione di alberi e rami caduti in seguito alle forti raffiche di vento che hanno interessato tutti i quadranti della Capitale. In via Salaria si è intervenuto per mettere in sicurezza la circolazione stradale dopo la caduta di un grosso tronco, altre attività hanno riguardato Cassia, Aurelio e Monte Mario. Oltre 20 interventi dispiegati per fronteggiare allagamenti. Tra gli effetti del forte vento, segnalato il danneggiamento della cupola dell'Auditorium Parco della Musica. Particolare attenzione è stata riservata al litorale, soprattutto nell'area di Ostia, per monitorare le conseguenze dei forti venti di burrasca, che in alcuni casi hanno raggiunto i 100 km/h.
 

Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre, 11:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma