Maltempo, torna il gelo: temperature in calo, allerta gialla nel Lazio. Il meteo nel weekend Previsioni

La corrente artica spazza via la primavera. In arriva anche la neve a bassa quota

Maltempo, il meteo in Italia: torna il gelo, temperature in calo. Allerta gialla nel Lazio
4 Minuti di Lettura
Martedì 29 Marzo 2022, 21:10 - Ultimo aggiornamento: 30 Marzo, 15:17

Una grande ondata di maltempo sta per colpire l'Italia e spazzerà via l'accenno di primvera che si era affacciata nei giorni scorsi. Correnti artiche sono pronte ad abbattersi sull'Europa sudoccidentale, Italia compresa. Un'intensificazione dei venti farà progressivamente calare le temperature sulle nostre regioni fino alla fine della settimana, scrive "3BMeteo". Nel weekend il calo delle temperature raggiungerà il suo apice, con neve anche a bassa quota.

Calo delle temperature

Già da mercoledì le temperature diurne cominceranno a calare in buona parte delle regioni, a causa della maggior nuvolosità e delle piogge. Farà un po' più caldo solo al Sud dove attese massime sui 17/19°C, superiori però sul nord della Sicilia alle prese con lo Scirocco che innescherà venti di caduta sul Palermitano e massime anche di 27°C, ma si tratterà di casi isolati. Giovedì le temperature caleranno anche al Sud, mentre parziali aperture favoriranno un temporaneo incremento dei valori diurni al Centro-Nord.

 

Allerta gialla Lazio

«Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso oggi l'avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dal mattino di domani, mercoledì 30 marzo 2022, e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio: precipitazioni da sparse, a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale specie sui settori settentrionali e costieri. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il Centro Funzionale Regionale ha effettuato la valutazione dei Livelli di Allerta/Criticità e ha pertanto inoltrato un bollettino con allerta gialla per criticità idrogeologica su tutte le zone di allerta del Lazio. La Sala Operativa Permanente della Regione Lazio ha diramato l'allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda, infine, che per ogni emergenza la popolazione potrà fare riferimento alle strutture comunali di Protezione civile alle quali la Sala Operativa Regionale garantirà costante supporto». Lo comunica in una nota la Protezione Civile del Lazio.

L'avviso della Protezione Civile

Una perturbazione di origine atlantica raggiungerà la nostra Penisola già dal primo mattino di domani, e porterà precipitazioni sparse che avranno i loro maggiori effetti nel corso della giornata su Toscana, Umbria e Lazio. L'associata bassa pressione, in approssimazione alla Sardegna, porterà un'intensa ventilazione meridionale sulle nostre regioni del sud e localmente anche sulle aree costiere del Tirreno centrale. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le regioni coinvolte - alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati - ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L'avviso prevede dal primo mattino di domani, mercoledì 30 marzo, venti da forti a burrasca, con raffiche fino a burrasca forte, dai quadranti meridionali, dapprima sulla Sicilia e in estensione, nel corso della giornata, a Calabria, Basilicata e Puglia. Possibilità di mareggiate lungo le coste esposte. Inoltre, dal primo mattino si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Umbria, specie settori occidentali, e Lazio, specialmente sui settori settentrionali e costieri. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA