MALTEMPO

​Maltempo, donna uccisa da fulmine durante gara in montagna. A Verona crolla parte del tetto del Duomo

Sabato 27 Luglio 2019
Maltempo, fine del grande caldo: codice giallo in Toscana, grandine e temporali in Veneto

Donna uccisa da un fulmine mentre gareggiava nella Suedtirol Ultra Skyrace, una corsa in montagna di 121 chilometri con partenza e arrivo a Bolzano. L'ondata di maltempo che ha rotto il fronte del caldo fa così registrare una vittima mentre altrove la cronaca segnala frane e allagamenti.  

La perturbazione numero 7 ha nel frattempo allontanato la cappa di calura degli ultimi giorni: per tutto la giornata di ieri forti temporali, grandinate e locali nubifragi al Nord e in Toscana, oggi anche al Centro e in Campania.

Oggi il caldo si attenuerà anche all'estremo Sud e le temperature saranno in calo di 10-15 gradi. Da lunedì la perturbazione si sposterà sui Balcani, concedendo da martedì un miglioramento del tempo su tutta l'Italia con valori nella norma. Sono le previsioni di Meteo Expert. «Lunedì qualche residua pioggia o rovescio sarà possibile tra bassa Campania e Calabria tirrenica con isolati temporali pomeridiani sulle Alpi orientali - spiegano i metereologi - Un po' di nubi ci saranno anche nelle zone interne del Centro-Sud. Altrove tempo in prevalenza soleggiato. Le temperature saranno in ulteriore calo all'estremo Sud e in Sicilia, mentre subiranno un aumento nel resto del Paese. Venti di Maestrale al Sud e nelle Isole, più intensi sul canale di Sicilia. Libeccio nel Mar Ligure».

Tra martedì e mercoledì, aggiungono gli esperti, l'alta pressione sarà di nuovo in rinforzo sull'Italia «garanzia di tempo in prevalenza stabile e soleggiato con l'eccezione di alcuni temporali sui settori alpini centro-orientali, specialmente nella giornata di mercoledì 31». Anche per i primi giorni di agosto, al momento, non si prevedono sorprese: prevarranno infatti condizioni di tempo stabile. «Le temperature saranno in graduale rialzo specie al Centro-Sud dove, i primi giorni di agosto, il caldo si intensificherà ulteriormente. Valori nella norma o poco al di sopra sulle regioni settentrionali», conclude Meteo Expert.

LA GIORNATA

Ore 21. Un'atleta norvegese è stata uccisa da un fulmine nei pressi del lago di San Pancrazio, sopra Campolasta, in val Sarentino. Lo comunica la Centrale provinciale emergenza. L'incidente si è verificato in serata durante un temporale nei pressi del lago di San Pancrazio, a 2.100 metri di quota, sulle montagne tra la val Sarentino e la val Passiria. Sono intervenuti il soccorso alpino e l'elisoccorso Pelikan 1. Inutile la corsa in ospedale a Bolzano, dove la donna è deceduta. Dopo un periodo di caldo estremo, da giovedì in Alto Adige il tempo è cambiato radicalmente con forti temporali, che hanno anche causato smottamenti e la caduta di alberi.

Ore 20.30. Una porzione del tetto del Duomo di Verona è crollata nel tardo pomeriggio di oggi, mentre sulla città scaligera era in corso un forte temporale, durante la celebrazione della Messa prefestiva del sabato. L'episodio è avvenuto intorno alle ore 18.45. Nessuno dei fedeli presenti nella navata della chiesa è rimasto ferito. Travi e laterizi sono dapprima ceduti su un vano caldaia, che a sua volta ha provocato il crollo del solaio, in una zona vicino alla cappella della Madonna, sul lato destro dell'altare maggiore. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale, con il comandante Luigi Altamura compreso, per la messa in sicurezza e la valutazione del danno complessivo.

Ore 19. A causa del maltempo che nel pomeriggio ha interessato la provincia di Bergamo, un masso di 4 quintali è caduto da una parete a strapiombo sulla strada provinciale a Isola di Fondra, in località Trabuchello. Il masso è caduto da un'altezza di almeno 20 metri quando fortunatamente nessuna auto stava transitando sulla strada: in quel tratto di carreggiata è presente un semaforo temporaneo per via di un cantiere e probabilmente le auto erano appena passate. Sul posto il sindaco e i carabinieri di San Giovanni Bianco. In arrivo anche i tecnici della Provincia di Bergamo per la necessaria bonifica.

Ore 18. Danni e allagamenti in Valdelsa, in provincia di Firenze, per una bomba d'acqua: in tre ore caduti 108 millimetri di pioggia a Gambassi Terme e a Certaldo come spiega l'Unione dei Comuni dell'Empolese-Valdelsa. Nella frazione di Case Nuove, a Gambassi, è straripato il rio Petroso in una zona di campagna, interessando campi agricoli mentre a Badia a Cerreto alcune famiglie sono bloccate in casa non riuscendo, con i loro mezzi, a muoversi causa gli allagamenti nelle strade vicinali. Interrotta la strada per Montaione e il sindaco di Gambassi Paolo Campinoti, su Facebook, ha invitato i cittadini a non percorrere la provinciale Volterrana. A Certaldo allagate alcune strade e i sottopassi non sono percorribili. «La situazione è delicata - commenta Giacomo Cucini, sindaco di Certaldo, via Facebook -. Le pompe dei sottopassi così come quelle in via da Verrazzano funzionano regolarmente, ma il sistema fognario, entrato in pressione, non riesce a ricevere sufficiente acqua. Limitate gli spostamenti». Sui vari fonti stanno lavorando sia squadre dei vigili del fuoco che del volontariato. In particolare i pompieri, che stanno intervenendo con squadre dai comandi di Empoli e Petrazzi, devono ancora effettuare 50 interventi. Sul posto, si spiega, si sta dirigendo anche anche una squadra del distaccamento di Poggibonsi (Siena).

Ore 17.30. Una perturbazione di origine atlantica sta interessando le regioni settentrionali del nostro Paese, portando un deciso peggioramento delle condizioni meteorologiche, con temporali diffusi ed intensi, in estensione, da stasera, alle regioni centrali. La fase di maltempo sarà inoltre caratterizzata anche da una generale intensificazione della ventilazione, associata ad una marcata diminuzione delle temperature sulle regioni centro-settentrionali, solo sensibile sulle regioni meridionali. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le regioni coinvolte (alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati) ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che estende ed integra quello diramato nella giornata di ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). L'avviso prevede dalla serata di oggi, sabato 27 luglio, precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Lazio e Umbria, in estensione alla Campania. Dalla tarda mattinata di domani, domenica 28 luglio, sono attesi venti forti o di burrasca dai quadranti occidentali su Sardegna, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania e Puglia settentrionale, con raffiche di burrasca forte sull'isola e sui crinali appenninici. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per le giornate di oggi e domani, domenica 28 luglio, allerta arancione in Lombardia, Veneto, Liguria e Lazio. Valutata, inoltre, allerta gialla, per la giornata di domani, sulle restanti regioni settentrionali e centrali, sull'Abruzzo e su parte di Molise, Campania, Basilicata, Calabria e Sardegna.

Ore 16.30. Il Centro Funzionale decentrato della Protezione civile della Sardegna ha diffuso un bollettino di allerta meteo per vento forte con rinforzi sino a burrasca. A partire dalle 11 di domani domenica 28 luglio e sino alle 6 di lunedì 29 luglio, i venti generalmente provenienti da Ovest Nord-Ovest soffieranno sulle coste della  Sardegna e saranno interessate in particolare le coste settentrionali dell'Isola, Gallura e Isole dell'Arcipelago di La Maddalena. «Nel corso della serata di oggi - spiega il bollettino meteo dell'Arpas - un'onda depressionaria di origine Nordatlantica si approfondirà verso il Mediterraneo centro-occidentale dando gradualmente origine ad un minimo chiuso, sia al suolo sia in quota, nell'area compresa tra le coste italo-francesi e la Sardegna. Tale configurazione indurrà progressivamente in tutta l'area l'incremento del gradiente barico nei bassi strati atmosferici e l'intensificazione della ventilazione fino a burrasca da ovest nord-ovest».

Ore 14.30. La Sala operativa unificata della Protezione civile regionale ha esteso a tutta la Toscana il codice giallo per la perturbazione che ha iniziato oggi a interessare la regione e che si protrarrà nella giornata di domani, domenica 28 luglio. Oggi, le precipitazioni, a prevalente carattere temporalesco, interesseranno soprattutto il nord ovest e le zone interne a ridosso dell'Appennino, mentre dal tardo pomeriggio e in serata è atteso un peggioramento in estensione a tutto il territorio. Domani, nella notte e al primo mattino, ancora precipitazioni prevalentemente temporalesche possibili su tutto il territorio, ma più probabili e diffuse su costa e zone centro meridionali. Nel corso del pomeriggio tendenza a graduale miglioramento con fenomeni che risulteranno via via più isolati fino a cessare in serata.

Ore 10.45. Dopo un forte temporale ieri sera in val Daone una quarantina di scout hanno passato la notte in strutture vicine, mentre altri 80 campeggiatori - allontanati in un primo momento - sono stati autorizzati a fare ritorno nelle loro tende e continuare il soggiorno grazie al miglioramento delle condizioni meteo. In un primo momento erano stati sgomberati tre campeggi scout in val Doaone, ma solo uno degli accampamenti è stato chiuso in via precauzionale perché potenzialmente minacciato da una frana a monte.
 

Ore 9.00. Si contano i danni a Torino per il violento nubifragio che nella tarda serata di ieri si è abbattuto sulla città e sull'area metropolitana. Decine di alberi sono caduti nei quartieri Aurora e Falchera e sulla tangenziale Nord di Torino dove un ramo è finito su un furgone ferendo la conducente. Allagamenti ad Aurora, in via Aosta e corso Vercelli, a causa dei tombini che non hanno consentito all'acqua di defluire. Allagamenti anche a Venaria e Borgaro. Dalle 21.30 sino a questa mattina i vigili del fuoco hanno effettuato 150 interventi. Resta per tutta la giornata l' allerta gialla, sul Piemonte, per i forti emporali previsti nella giornata di oggi.
 

Ultimo aggiornamento: 28 Luglio, 08:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA