Rapina con una tecnica «imparata da Lupin», poi scoppia a piangere davanti ai carabinieri

Rapina con una tecnica «imparata da Lupin», poi scoppia a piangere davanti ai carabinieri
2 Minuti di Lettura
Martedì 12 Ottobre 2021, 09:19 - Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre, 10:45

Per rubare in oratorio ha usato una tecnica «imparata guardando una puntata della serie TV 'Lupin'». Poi si è ferito alle braccia e ha finto di essere stato rapinato, per poi crollare in un pianto liberatorio davanti ai carabinieri. Protagonista della singolare serie di eventi è stato un giovane di 21 anni, denunciato nel fine settimana dai carabinieri a Besana in Brianza (Monza).

Roma, presi i rapinatori che assaltarono le Poste a Casal Bruciato: armati di pistola tennero in ostaggio una cliente

Roma, rapinavano i supermarket. «Incastrati da un tatuaggio»

Il giovane, a quanto emerso, indossando un giubbino di pelle, come il protagonista del telefilm a cui ha poi ammesso di aver «rubato la tecnica», ha atteso che le campane della parrocchia suonassero attutendo il rumore dei vetri infranti, come ha spiegato di aver «studiato» dal telefilm, e si è lanciato contro la vetrata del bar dell'oratorio. Racimolati pochi euro il 21 enne è fuggito ma ha poi chiamato i soccorsi quando si è accorto di essere ferito. Il suo racconto poco credibile è stato quello di una rapina subita da parte di tre sconosciuti, ma poi è crollato davanti ai militari in un pianto liberatorio ed ha ammesso le sue responsabilità.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA