FASE 2

Luca Zaia: «Riapro tutto dal 18 maggio e non inventiamoci il plexiglass in spiaggia»

Martedì 12 Maggio 2020
Luca Zaia: «Riapro tutto dal 18 maggio e non inventiamoci box plaxigrass in spiaggia»

 «Se i presupposti sono questi, io conto di riaprire tutto il 18 maggio. Sembra che il governo possa fare un provvedimento di apertura di base per alcune attività, delegando le Regioni per il resto, e io conto quindi riaprire tutto: negozi, bar, ristoranti, parrucchieri, centri di estetica, palestre e centri sportivi, ovviamente nel rispetto delle regole sanitarie». Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia in un'intervista ad Antenna 3 Veneto

Fase 2, ombrelloni a 5 metri di distanza, in spiaggia su prenotazione e niente giochi
Virus, riaperture di parrucchieri e negozi: orari e distanze: ecco cosa non si potrà fare

«Si riaprirà secondo linee guida. L'importante, e l'ho detto al presidente del Consiglio, è che queste regole siano chiare, rigorose, ma poche - ha spiegato Zaia- e che non ci inventiamo i box di plexiglass in spiaggia...». Zaia, si attende dall'Inail linee guida semplici in vista delle riaperture del 18 maggio. Zaia si aspetta «il minimo per mettere in sicurezza i lavori, e i clienti che frequenteranno le attività commerciali». 

Intanto già da ieri il presidente del Veneto Luca Zaia e il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti nanno scritto ai prefetti di Veneto e Trentino per comunicare che «in considerazione della positiva evoluzione dello stato epidemiologico delle rispettive Regioni e vista l'esigenza manifestata dai numerosi cittadini» in una ordinanza che sarà firmata a breve verrà «inserita l'estensione della visita ai congiunti per tutti i comuni posti nelle zone di confine tra la Regione Veneto e la Provincia autonoma di Trento».
 


Zaia ha inoltre reagito alle parole di Di Maio sulle «colpe delle Regioni» per la mancata erogazione della cassa integrazione in deroga: «Di Maio non può andare in tv e dire cose non vere, che è colpa delle Regioni». «La mia Regione - ha aggiunto - ha fatto tutte le pratiche, ha chiuso tutti gli accordi. Quello che dovevamo fare lo abbiamo fatto». «Sfido chiunque - ha aggiunto -, specie quei 'trombonì che fanno dichiarazioni, a dire cosa ha sbagliato il Veneto. Il presidente della Puglia, Emiliano, ha detto le stesse mie parole».

Ultimo aggiornamento: 16:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA